13 novembre 2018
Aggiornato 03:30

Eventi a Trieste, 5 cose da fare giovedì 1 marzo

Musical, conferenze, libri e molto altro. Ecco cosa vi attende in città ed una piccola guida per non perdere gli appuntamenti migliori della serata
Trieste, 5 cose da fare giovedì 1 marzo
Trieste, 5 cose da fare giovedì 1 marzo (Shutterstock.com)

TRIESTE – Spettacolo, cultura, libri e tanto altro. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti del giovedì sera triestino.

Musical
Dall’1 al 4 marzo ritorna al Politeama Rossetti uno dei titoli più amati della storia del musical: «Tutti insieme appassionatamente» nella nuova ed efficace edizione che Fabrizio Angelini firma per la Compagnia dell’Alba. Cast energico e nitido capeggiato dalla applaudiota Maria von Trapp di Carolina Ciampoli e dal Comandante di Gabriele de Guglielmo.

Cultura
Nuova conferenza, giovedì 1 marzo alle 18 al Salone degli Incanti di Trieste. Nell’ambito degli eventi collaterali della mostra «Nel mare dell’intimità. L’archeologia subacquea racconta l’Adriatico» si terrà l'incontro, a ingresso libero, «Il relitto del Mercure e la Battaglia di Grado». Ospite Carlo Beltrame, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, che istituzione che insieme alla Soprintendenza, organizzò la seconda campagna di scavo del relitto del Mercure. Nel 2001, infatti, vennero ritrovati, a circa sette miglia dalla costa alla profondità di 18 metri al largo di punta Tagliamento, nei pressi di Bibione, i suoi resti. Affondato nel corso della battaglia di Grado, fu oggetto di un lungo progetto di indagine di scavo, che ha restituito gran parte dello scafo. Il relitto, ad oggi il più antico relitto di nave battente bandiera tricolore, si è rivelato molto importante per la conoscenza della costruzione navale militare del periodo napoleonico. Il Mercure venne messo in cantiere, a Genova, nel 1805 per essere terminato l’anno seguente su progetto di Sané, il più famoso ingegnere di Napoleone.

Donne e dopo Guerra
Nell'ambito degli appuntamenti previsti dedicati alle donne di Trieste che con il loro impegno hanno recato prestigio alla città, giovedì 1° marzo, alle 17, nella Sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich (via Rossini 4), si terrà una conferenza  su «Laura Weiss», organizzata dal Forum delle Donne, in collaborazione con il Comune di Trieste. Nel corso della conferenza sarà approfondita la figura di una delle donne protagoniste del dopoguerra che hanno lasciato un segno nella storia di Trieste. Nata a Graz  l'11 ottobre 1914, Laura Weiss, laureatasi in Medicina, svolse la professione medica per alcuni anni e ricoprì inoltre cariche pubbliche in qualità di consigliere comunale e provinciale. Interverranno: la psicoterapeuta Helen Brunner, Maria Grazia Giannichedda della Fondazione Basaglia, Ester Pacor, presidentessa del Forum delle Donne, la sociologa Melita Richter. Moderatrice: Federica Parri.

Libri
All'Antico Caffè San Marco, alle 18, Serenella Antoniazzi presenta il suo libro «Non voglio Fallire» (Nuova dimensione). Per Serenella il lavoro è tutto. Già da bambina gioca tra le mura del capannone costruito da suo padre, mattone su mattone; a sedici anni comincia a lavorare nell'azienda di famiglia, archiviando le aspirazioni personali; maggiorenne si ritrova con cinquanta milioni delle vecchie lire in cambiali, proprietaria a metà della ditta.

Per i più piccoli
Alla Libreria Minerva, alle 18Stefano Dongetti del Pupkin Kabarett, per l'occasione autodefinitosi «fisimiologo» e «gattofilo», presenterà il libro per bambini «Nola là noo» di Sara Stulle con le illustrazioni di Guido Pezzolato, pubblicato da Calembour.