19 giugno 2018
Aggiornato 20:00
Cronaca | Il 28 febbraio

Odontostomatologia del Burlo: nuove attrezzature, più personale e incremento delle prestazioni

Alla cerimonia d’inaugurazione della struttura erano presenti, oltre ai vertici del Burlo e dell’Università di Trieste, anche la Presidente della Regione, Debora Serracchiani e l’assessore alla Salute, Sandra Telesca

Odontostomatologia del Burlo: nuove attrezzature, più personale e incremento delle prestazioni (© Burlo)

TRIESTE - E’ stata inaugurata il 28 febbraio la nuova Ssd di Odontostomatologia dell’Irccs Burlo Garofolo, aggiornata nelle attrezzature grazie al programma regionale di Odontoiatria sociale. Alla cerimonia d’inaugurazione della struttura erano presenti, oltre ai vertici del Burlo e dell’Università di Trieste, anche la Presidente della Regione, Debora Serracchiani e l’assessore alla Salute, Sandra Telesca.

FONDI REGIONALI - Grazie ai fondi regionali dedicati all'acquisizione di beni mobili e tecnologici l’Odontostomatologia del Burlo è stata ampiamente rinnovata con l’acquisto di cinque riuniti odontoiatrici, un radiografico portatile, un sistema di scansione per radiografie endorali, tre sistemi di otturazione endodontica, un motore endodontico, quattro localizzatori apicali, una macchina fotografica professionale, un’apparecchiatura laser a diodi e un generatore di ozono: si tratta di un investimento di 125mila euro in attrezzatura e 30mila euro in software di gestione della cartella clinica e diagnosi ortodontica. L’investimento - è stato spiegato nel corso della conferenza stampa - porta la Ssd di Odontostomatologia del Burlo a un livello di assoluta eccellenza, strumentale e tecnologica. Le attrezzature permetteranno infatti di garantire una migliore efficienza operativa della Ssd, la cui attività è centrata sulla prevenzione, diagnosi e trattamento di tutte le patologie odontoiatriche dell’età evolutiva, partecipando attivamente al programma regionale di odontoiatria sociale.

OBIETTIVO - L’obiettivo è quello di garantire il soddisfacimento dei Lea vigenti, con particolare riguardo al trattamento e follow-up di pazienti disabili, affetti da patologie sistemiche e malattie rare, per i quali il Burlo rappresenta da sempre un importante punto di riferimento e di richiamo anche extraregionale. Accanto al rinnovamento strumentale e tecnologico, Burlo e Università di Trieste hanno lavorato fianco a fianco negli ultimi mesi per garantire uno sviluppo del reparto, da sempre punto di eccellenza in regione: dopo il pensionamento della dott.ssa Clarich, presente oggi alla conferenza stampa e recentemente nominata nel Consiglio di amministrazione della Fondazione Burlo, il reparto è stato affidato alla prof.ssa Milena Cadenaro del Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e della Salute dell’Università degli Studi di Trieste. L’arrivo della prof.ssa Cadenaro, docente di Odontoiatria Infantile dell’ateneo triestino rafforza ulteriormente la collaborazione fra il Burlo e l’Università. La Ssd di Odontostomatologia entra infatti a far parte a tutti gli effetti della rete formativa della Scuola di Specializzazione in Odontoiatria Pediatrica diretta dalla prof.ssa Cadenaro, implementando la cooperazione e la sinergia con la S.C. Clinica di Chirurgia Maxillofacciale e Odontostomatologia di ASUITs.

PROGETTO - Il progetto di sviluppo ha visto anche il convenzionamento di due assegniste di ricerca e la presenza degli allievi della Scuola di Specializzazione in Odontoiatria Pediatrica: l’aumento di personale e l’adozione di nuove procedure ha permesso un incremento dell’80% delle prestazioni erogate dalla Ssd nel 2017 e una ulteriore previsione di crescita per il 2018. La prof.ssa Cadenaro è inoltre coordinatore regionale del progetto di odontoiatria scolastica, «Una scuola sorriDente», finalizzato a favorire azioni di diagnosi, prevenzione e cura delle malattie del cavo orale, anche promuovendo stili di vita salutari nei bambini. Il progetto ha l’obiettivo di effettuare, a cura di equipe mediche, rilevazioni di screening dello stato di salute orale degli alunni del primo anno di scuola primaria di tutta la Regione e lezioni sulla salute orale dedicate a tutte le classi della scuola primaria dei plessi scolastici regionali. Il progetto, già avviato in tutte le province della Regione e che vede coinvolta l’Odontostomatologia del Burlo per le rilevazioni nella provincia di Trieste, mira a raggiungere più di 9.000 bambini di classe prima e quasi 39 mila alunni delle altre classi in Friuli Venezia Giulia.