11 dicembre 2018
Aggiornato 17:00

Virginia Raggi sui luoghi della memoria con 54 studenti romani

Ripetuta l'iniziativa avviata anni fa dall'allora sindaco Walter Veltroni. C'è stato un incontro con il sindaco Dipiazza
Virginia Raggi sui luoghi della memoria con 54 studenti romani
Virginia Raggi sui luoghi della memoria con 54 studenti romani (Comune Ts)

TRIESTE - «Questa visita serve a noi e ai nostri ragazzi per fare un salto dal passato al futuro, per capire e affrontare il presente che è denso di criticità, e non ripetere gli stessi errori». Lo ha affermato a Trieste la sindaca di Roma, Virginia Raggi, nel corso della visita che ha iniziato nei 'luoghi del ricordo' delle foibe e delle tragedie del confine orientale. 

Ripetendo l'iniziativa avviata anni fa dall'allora sindaco Walter Veltroni, Raggi ha accompagnato stamani 54 studenti di 12 scuole superiori romane, dapprima al Sacrario militare di Redipuglia, dove ha deposto una corona al monumento dei 100 mila soldati morti nella Prima guerra mondiale. Il gruppo è poi andato alla scuola di Padriciano, sul Carso triestino, dove venivano raccolti e smistati i profughi dall'Istria, Dalmazia e Quarnero al termine del secondo conflitto mondiale. Nel municipio di Trieste c'è quindi stato l'incontro con il primo cittadino Roberto Dipiazza, che ha consegnato a Raggi la targa con l'alabarda. «E' un onore avere qui il Sindaco di Roma a cui rivolgo un caloroso benvenuto nella mia straordinaria Trieste, in un'occasione importante per far conoscere ai giovani la storia e le tragedie di queste terre, per non ripetere nel presente gli errori del passato». Queste le parole del sindaco del capoluogo giuliano.