25 settembre 2018
Aggiornato 05:30

Promosso il Piano 2018 per l'invecchiamento attivo

Il Piano 2018, approvato dalla giunta regionale su proposta dell'assessore della Salute Maria Sandra Telesca, consisterà in una serie di interventi attivi mirati in svariati ambiti. Importante anche la partecipazione extraitaliana
Assessore alla Salute, Maria Sandra Telesca
Assessore alla Salute, Maria Sandra Telesca (Regione Friuli-Venezia Giulia)

TRIESTE - Una serie di interventi mirati riguardanti gli ambiti delle politiche familiari e della domiciliarità, della formazione permanente, della cultura e del turismo sociale, dei trasporti, della salute e del benessere, della promozione di corretti stili di vita, dell'innovazione tecnologica, dell'impegno civile e del volontariato. Questo quanto previsto dal Piano operativo 2018 in materia di promozione dell'invecchiamento attivo approvato oggi a Trieste dalla Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia su proposta dell'assessore alla Salute, Maria Sandra Telesca.

PIANO 2018 - Il Piano 2018 fa seguito al Programma triennale 2016-2018 e ai relativi Piani annuali 2016 e 2017. Più in generale vengono definite modalità, azioni e risorse con cui le diverse Direzioni centrali della Regione, rappresentate nel tavolo di lavoro permanente, concorrono alla realizzazione dei progetti in applicazione del principio di trasversalità, utilizzando la metodologia dell'approccio integrato e valorizzando i collegamenti e gli effetti reciproci tra le diverse politiche settoriali rivolte alla popolazione anziana.

CHI E' COINVOLTO - Nel dettaglio le Direzioni coinvolte sono: Lavoro, Formazione, Istruzione, Pari opportunità, Politiche giovanili, Ricerca e Università; Infrastrutture e Territorio; Cultura, Sport e Solidarietà; Attività produttive, Turismo e Cooperazione e la Direzione Salute, Integrazione sociosanitaria, Politiche sociali e Famiglia. Quest'ultima, in particolare, cura il coordinamento orientato all'attuazione degli obiettivi individuati.

INTERCETTARE NUOVE OPPORTUNITA' - In questo contesto ricopre una significativa importanza la partecipazione attiva dell'Ufficio di collegamento di Bruxelles - Servizio relazioni internazionali e infrastrutture strategiche. Il Piano, infatti, prevede anche l'implementazione della linea strategica trasversale denominata «partecipazione a reti nazionali ed europee e a progetti europei» avente l'obiettivo di interfacciarsi con le reti particolarmente innovative nelle buone pratiche e nel trasferimento di conoscenza. Il fine è quello di intercettare nuove opportunità di finanziamento e di ampliamento delle partnership.

PORTALE WEB - Infine, è stato evidenziato in sede di Giunta il consolidamento del portale web dedicato all'invecchiamento attivo che è stato realizzato lo scorso anno: vetrina degli investimenti e degli interventi integrati della Regione, volto ad accrescere il protagonismo di enti e associazioni attraverso la pubblicazione delle iniziative realizzate nei territori.