25 settembre 2018
Aggiornato 05:00

Matrimonio tra disegno e pittura nella mostra dell'architetto Walter Zironda

Si trova nella sede dell'assemblea legislativa, in piazza Oberdan e sarà visibile fino al 10 aprile. Gli orari saranno i seguenti: da lunedì a giovedì 9.30-12.30/14.30-17.30, il venerdì 9.30/13.00
L'architetto e artista Walter Zironda e una sua opera
L'architetto e artista Walter Zironda e una sua opera (Regione Friuli-Venezia Giulia)

TRIESTE - Il presidente del Consiglio regionale  Franco Iacop, affiancato dai vicepresidenti Paride Cargnelutti e Igor Gabrovec e dal vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello, al termine della seduta antimeridiana dell'Aula ha inaugurato la mostra di Walter Zironda, architetto vicentino di nascita e udinese di adozione, che negli spazi espositivi della sede dell'Assemblea legislativa, in piazza
Oberdan a Trieste, ha portato una significativa rassegna delle sue opere declinate secondo linguaggi pittorici sia figurativi che astratti.

I DIPINTI - Oli su tela nei quali si susseguono figure e volti, paesaggi, alberi, cavalli, ma anche innumerevoli forme: un insieme di opere che, anche nel bel catalogo a corredo, documenta la produzione degli ultimi anni ove sviluppa appunto un lavoro di studio sulla forma dei corpi (umani o astratti) progettandola con il linguaggio grafico, poichè «pittura e disegno per me sono una cosa sola" , afferma Zironda dichiarando di disegnare con i pennelli.

COS'E' L'ARTE - Sullo sfondo del suo lavoro narrato dalle opere esposte si delinea la riflessione dell'artista sul ruolo dell'arte, astratta o figurativa, percettiva o concettuale e della pittura, in particolare, caduta in disgrazia con l'avvento della fotografia; da "arte maggiore" la pittura sta già tornando strumento utile ad altri fini e mezzi, e comunque potrà egualmente avere un lungo futuro. Per Zironda ogni attività dell'uomo è tecnica e ogni tecnica prima o poi tramonta ma non necessariamente si estingue, smette di essere padrona ma torna a servire qualche scopo utile. Domani, avverte l'artista, forse capiremo meglio quale potrà essere lo scopo utile della pittura: costruire e disporre graficamente forme simboliche o realistiche entro lo spazio bidimensionale della tela per affermarle, sentirle e comprenderle di più.

ORARI - L'esposizione sarà visitabile fino al 10 aprile; nelle giornate dal lunedì al giovedì l'accesso agli spazi espositivi è possibile con orario 9.30-12.30/14.30-17.30, mentre il venerdì solo al mattino fino alle 13.00