25 aprile 2018
Aggiornato 10:30
Trieste

Autostrade Alto Adriatico, la maggioranza è per l' avv.Di Pasquale: non mancano le critiche

La Giunta ha espresso parere favorevole perché l'avvocato Anna Di Pasquale diventi amministratore della società. Critiche sul metodo di nomina e sui brevi tempi a disposizione del Consiglio Regionale

Presiede la Giunta, per l'occasione, il consigliere regionale Igor Gabrovec (© Regione Friuli-Venezia Giulia)

TRIESTE - La Giunta per le nomine del Consiglio regionale, presieduta per l'occasione da Igor Gabrovec, ha espresso parere favorevole a maggioranza, alla proposta avanzata dalla Giunta di nominare Anna Di Pasquale amministratore unico della società Autostrade Alto Adriatico. Si tratta di una società "in house" di nuova costituzione per l'esercizio della concessione autostradale che verrà affidata alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regioni che su questa designazione hanno già raggiunto l'intesa.

CRITICHE - Anna Di Pasquale, nata a Tricesimo, è avvocato libero professionista ed esercita attività di consulenza a società pubbliche in house che gestiscono servizi pubblici locali. In precedenza, dal 2006 al 2011, ha ricoperto incarichi in Autovie Venete. Critiche sono state espresse da Colautti (AP) e Zilli (LN) non sulla persona ma sul metodo, sui tempi troppo stretti con cui si è chiesto il parere della Giunta delle nomine, che così viene svilita del suo ruolo. Ret (AR) ha chiesto chiarimenti di carattere tecnico, mentre Ussai (M5S) ha messo in evidenza alcune imprecisioni contenute nel curriuculum. Rotelli (Pd) ha invece sottolineato come due Regioni politicamente distanti come Veneto e Friuli Venezia Giulia abbiano concordato sull'obiettivo, il percorso e la persona. L'assessore Peroni ha replicato facendo presente che il lungo percorso che richiede tale operazione impone tempi stretti, anche perché il Consiglio regionale è a fine legislatura e la Giunta regionale ha ancora poco tempo a disposizione per la sua piena operatività.