19 ottobre 2018
Aggiornato 21:30

Nell'ultimo anno la Regione ha speso oltre 7 milioni di euro per l'accoglienza

Il primo marzo 2015 si contavano 1.639 richiedenti asilo nelle strutture di accoglienza del Fvg: a dicembre 2017 numero salito a 4.946 stranieri accolti
Nell'ultimo anno la Regione ha speso oltre 7 milioni di euro per l'accoglienza
Nell'ultimo anno la Regione ha speso oltre 7 milioni di euro per l'accoglienza (Diario)

TRIESTE - La Regione Fvg, per il 'Proggramma immigrazione', nel corso del 2017 ha stanziato oltre 7 milioni di euro, cifra che sommata ai contributi ricevuti da Stato e Comunità Europea supera gli 8 milioni di euro. A darne comunicazione è stato l'assessore Gianni Torrenti alla VI Commissione del Consiglio regionale. 

La Regione, nel corso del 2017, ha stanziato, tra le varie voci, oltre 4,1 milioni per i minori stranieri non accompagnati, tra rimborsi agli enti locali e alfabetizzazione, a cui si aggiungono quasi 200 mila euro per l'alfabetizzazione degli adulti e più in generale 650 mila euro per l'integrazione scolastica; circa 350 mila euro in servizi territoriali; 490 mila euro per l'accoglienza e l'inserimento abitativo di queste persone; 150 mila euro per l'assistenza socio-sanitaria; oltre 400 mila euro per aiutare le vittime di tratta. In tutto, il consultivo 2017 fa sapere che la Regione, per il Programma immigrazione 2017, ha stanziato 7.386.733,7 euro, lo Stato 706.753,14 e la Comunità europea 313.853,14, per un totale generale di 8.407.339,98 euro. Quanto al programma 2018, due le nuove azioni previste, i 'Progetti di convivenza' e i 'Progetti pilota settoriali', entrambe orientate alle dimensioni abitativa, formativa e culturale. Per il resto, si agisce in continuità con la precedente programmazione, pur aggiornandola e adeguandola a un contesto in continuo mutamento come è quello dell'immigrazione.

Ecco che continuità è data al supporto economico dovuto ai Comuni che hanno in carico minori stranieri non accompagnati (4,4 mln lo stanziamento di previsione), provvedendo al rimborso totale delle spese da essi sostenute al netto dei rimborsi statali, ma il supporto si estenderà in corso d'anno ai neo-maggiorenni per permettere che concludano i percorsi scolastici, formativi e di integrazione sociale. È incrementato il fondo per l'alfabetizzazione dei minori (200mila euro per il 2018 e altrettanti per il 2019), giustificato dall'aumento stesso della loro presenza, con prevalenza del genere maschile. E si dà spazio all'iniziativa dei tutori volontari per minori stranieri, coordinata dal Garante regionale dei diritti della persona. Non da ultimo, dopo l'avvio dell'elenco dei mediatori interculturali, in continua espansione, quest'anno saranno realizzati corsi di formazione e di aggiornamento sulla mediazione interculturale a cura del servizio Programmazione e Gestione interventi formativi. Infine i numeri: il primo marzo 2015 si contavano 1.639 presenze di richiedenti asilo e titolari di protezione nelle strutture di accoglienza del Friuli Venezia Giulia; dopo il trend registrato nel 2016, quando a fine novembre si rilevarono 5.031 immigrati come conseguenza dei flussi attraverso la rotta balcanica, nel 2017 le presenze si sono stabilizzate a una media mensile di 4.850 persone (il 18 dicembre 2017, prefetture e Comuni hanno segnalato 4.946 stranieri accolti).