19 ottobre 2018
Aggiornato 21:30

Eventi a Trieste, 9 cose da fare il 24 e il 25 marzo

Novità culturali, party, spettacoli e molto altro. Ecco cosa vi attende in città ed una piccola guida per non perdere gli appuntamenti migliori del weekend
Trieste, 9 cose da fare il 24 e il 25 marzo
Trieste, 9 cose da fare il 24 e il 25 marzo (VVlasovs - shutterstock.com)

TRIESTE – Party, musica, spettacoli, novità culturali. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti del fine settimana triestino.

Eventi speciali al Planetario
Domenica 25 marzo all’Immaginario Scientifico di Trieste visite speciali al planetario Cosmo, per capire meglio il fenomeno dell’equinozio. Il science centre è aperto dalle 10 alle 18. Perché ci hanno sempre detto che la primavera inizia il 21 marzo, mentre negli ultimi anni viene anticipata di un giorno? Tutta colpa dell’equinozio! Per capire meglio questo fenomeno astronomico, domenica 25 marzo all’Immaginario Scientifico di Trieste, a Grignano, adulti e bambini sopra i 6 anni potranno partecipare alle speciali visite guidate al planetario, in programma ogni ora a partire dalle 11 (ultima visita alle 17). Le visite saranno incentrate proprio su questo fenomeno che si è verificato il 20 marzo e che convenzionalmente ha dato inizio alla primavera nell’emisfero boreale. All’interno del planetario sarà possibile compiere un viaggio virtuale fra stelle, pianeti e fenomeni astronomici, osservando come cambia la posizione della Terra rispetto al Sole nei diversi mesi dell’anno, e come questo sia legato all’alternarsi delle stagioni, alla temperatura, ai solstizi e, appunto, agli equinozi. Sarà un percorso tra storia e scienza che, grazie agli approfondimenti del planetarista, aiuterà a comprendere meglio anche come misuriamo il tempo e quale legame esiste tra il giorno dell’equinozio e le principali festività di diverse religioni. Le attività sono indicate per adulti e bambini da 6 anni in su. Il costo è di 3,50 euro a persona (ridotto 2,50 euro). Le iscrizioni si possono effettuare presso la cassa del museo nel corso della giornata, fino ad esaurimento posti. Domenica 25 marzo all'Immaginario Scientifico inoltre, nell'orario d'apertura dalle 10 alle 18 i visitatori di ogni età potranno addentrarsi nel mondo della scienza (senza necessità di prenotazione), curiosando e sperimentando fra gli apparati interattivi. Con la multivisione «Sotto lo stesso cielo» si parte poi per un viaggio da polo a polo, attraverso il nostro variegato pianeta, alla scoperta delle diverse zone climatiche, dei paesaggi, delle faune e delle culture umane. Informazioni: 040224424, www.immaginarioscientifico.it.

Storia e armi a Castello
Sabato 24 marzo, alle 11, presso il Castello di San Giusto a Trieste sarà presentato al pubblico l’evento espositivo intitolato Le stagioni delle armi. Trieste e il suo Castello. L’iniziativa è promossa e realizzata dal Comune di Trieste - Assessorato alla Cultura - Area Scuola, Educazione, Cultura e Sport - Servizio Musei e Biblioteche, nell’ambito della valorizzazione del Castello di San Giusto perseguita dall’Amministrazione. L’evento intende raccontare la storia di Trieste attraverso le collezioni del Castello, in un percorso strutturato all’interno dei suoi spazi museali – Armeria e Lapidario Tergestino – ripensati e rivitalizzati secondo una logica che permetta una rilettura dell’intero complesso monumentale, uno dei più visitati e simbolici della città. Il progetto interessa tutti gli spazi del Castello (Museo e Armeria, Lapidario Tergestino, aree esterne come atrio e Cortile delle Milizie) e intende valorizzare l’edificio e le collezioni attraverso un percorso espositivo e di allestimento che si ponga come innovativo rispettando al contempo l’esposizione originaria, ormai storicizzata (anni ’30 e anni ’60-’80 del ’900), che si riveste così di nuovi significati. Il percorso è stato oggetto di un attento ripensamento, con il completo rinnovo dei supporti alla visita, per dare conto dello stato attuale degli studi sul Castello e approfondire la conoscenza della ricca collezione oplologica, fornendo al visitatore uno strumento nuovo e completo per la comprensione del complesso e affascinante mondo delle armi nella loro evoluzione storica dal Medioevo al XIX secolo.

Passeggiate cinematografiche
Michele, il supereroe cittadino protagonista del film di Gabriele Salvatores, è cresciuto, e nuove avventure lo aspettano: dovrà fare i conti con il suo lato oscuro e scoprire se essere uno speciale sia davvero un dono... Sono proprio le location de «Il ragazzo invisibile-seconda generazione» al centro della nuova passeggiata cinematografica immersiva del progetto Esterno/Giorno, ideato e realizzato dalla Casa del Cinema di Trieste. Ad inaugurare il calendario primaverile atteso sabato 24 marzo il suggestivo tour reale e virtuale che attraversa i set del sequel del successo cinematografico firmato dal Premio Oscar, interamente girato Trieste. Il tour partirà alle 11 da Piazza Oberdan: con un pulmino il pubblico viaggerà per la città per visitare i diversi set in cui la serie è stata girata. Con i visori per la realtà aumentata si potranno guardare le scene in tempo reale nelle loro location originali e si potranno scoprire e visionare i contenuti speciali e i dietro le quinte. Particolarmente affascinanti alcune delle location utilizzate, come l’antico gasometro dove vivono alcune delle scene clou del film. E proprio all’interno del gasometro è stata realizzata una lunga intervista esclusiva in 360° con Gabriele Salvatores che stata inserita nei visori VR a disposizione del pubblico: il regista Premio Oscar ha raccontato, in occasione della sua ultima visita triestina per l’anteprima del film, i trucchi e le tecniche utilizzati nell’occasione della mitica scena finale del film girata nel gasometro. Prenotazioni al numero 339 453 5962 o via mail esternogiornots@gmail.com

Mercatini
In Piazza Vittorio Veneto, sabato 24 marzo, dalle 8 alle 17, «Cose di Vecchie Case». Mercatino di artigianato artistico, antiquariato, modernariato e piccolo collezionismo.

Party
Al Loft di via Economo, sabato 24 marzo, dalle 22.30, torna il party tutto lustrini e paillettes, tornano la disco e la house di Too Many Disco, questa volta con un ospite d'eccezione. From The Room (Treviso), Dj A:lex.

Febbre a 90
Al Molo IV, sabato 24 marza, alle 23, torna in città «Febbre a 90»: la festa dedicata alla musica, allo stile e alle icone che hanno segnato gli anni 90. Dal 2013 il party anni 90 n°1 in Italia è in tour.

Musica popolare
Al Teatro Miela, domenica 25 marzo, alle 16 e alle 18.30 «Roma, nun fa la stupida stasera», omaggio a Gabriella Ferri. Un’interprete indimenticabile, voce di una Roma che non esiste più, velata da una dolce malinconia che però scivola quasi sempre in una spensieratezza spavalda tipica romanesca. I brani saranno interpretati da Alessandra Padricello, Katy Maurel e Elena Vinci, con qualche incursione di Alessio Colautti.

Caccia al tesoro per i più piccoli
Per preparare i bambini alla Pasqua il Goethe-Zentrum Triest, l'associazione che ha come missione la diffusione della lingua tedesca, organizza sabato 24 marzo, nella propria sede di via Beccaria 6 a Trieste, un laboratorio ludo-didattico per i bambini dai 5 ai 7 anni (alle 15) e uno per i bambini dagli 8 ai 10 anni (alle 16.30). Nei paesi di lingua tedesca la Pasqua è una tra le ricorrenze più sentite. I bambini attendono la caccia al tesoro delle uova di cioccolata o piccoli regali che l'Osterhase (il Coniglio di Pasqua) ha nascosto per loro. Un'altra tradizione è quella di decorare le uova e di addobbare dei rami con queste uova o altre decorazioni. Il laboratorio proposto, per un massimo di 12 bambini, si svolge in italiano con l'inserimento di parole chiave in tedesco, all'insegna del divertimento. Al termine, come da tradizione, una piccola caccia al tesoro per portarsi a casa una sorpresa. Prenotazioni in segreteria (venerdì 10-13) e on line su www.eventbrite.it.

Dinosauri e bambini
Domenica 25 marzo, alle 10.30, al Museo Civico di Storia Naturale di via dei Tominz 4, la cooperativa Ecothema, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, nell'ambito del Progetto Speciale 2017, propone «Il ritorno dei dinosauri», un laboratorio per bambini e famiglie dedicato ai rettili preistorici. Tra nuove scoperte adattamenti sorprendenti ed estinzioni misteriose, ancora oggi i dinosauri non finiscono mai di stupire.