1 giugno 2020
Aggiornato 02:00
Trieste

Polizia locale: 2,5 milioni di euro per la sicurezza!

E' la somma messa a disposizione della Regione per interventi che potenzino la Polizia locale. I contributi verranno utilizzati per ristrutturare e adeguare le tecnologie e infrastrutture delle sale operative e per favorire la prevenzione della criminalità
Auto della Polizia locale
Auto della Polizia locale Regione Friuli Venezia Giulia

TRIESTE - Contributi per l'adeguamento tecnologico delle sale operative, ma anche per l'acquisto di veicoli per la Polizia locale o per l'avvio di interventi di prevenzione dei reati contro le donne, delle truffe agli anziani, del bullismo minorile. Sono alcune delle spese che potranno ricevere un contributo regionale, previste dal Programma regionale di finanziamento in materie di politiche di sicurezza per l'anno 2018 approvato dalla Giunta del Friuli Venezia Giulia.

2,5 MILIONI - Complessivamente, la Regione mette a disposizione degli Enti locali 2,5 milioni di euro (di cui 2 milioni in parte investimento e 500 mila euro in parte corrente) per interventi destinati a potenziare i Corpi di Polizia locale. Beneficiari sono in via proprietaria le Unioni territoriali intercomunali (Uti) e a seguire i Comuni associati o singoli, purchè titolari di un Corpo di Polizia locale.

LE SPESE - I contributi sono concessi per interventi di ristrutturazione e adeguamento tecnologico e infrastrutturale delle sale operative e delle sedi dei corpi di Polizia locale, nonché per favorire il controllo del territorio con mezzi adeguati e con strumenti di rilevazione tecnologicamente avanzati e in grado di sviluppare sinergie anche con le altre forze di Polizia. Sul fronte della prevenzione il Piano sostiene le azioni volte a prevenire e contrastare fenomeni criminali contro le donne, truffe e raggiri rivolti agli anziani, truffe informatiche, ma anche comportamenti devianti nella popolazione giovanile come il bullismo, il cyberbullismo e il vandalismo.

CRITERI - I contributi variano da un minimo di 8 mila euro ad un massimo di 90 mila in ragione della tipologia di intervento, dell'ente beneficiario e del numero di unità operative appartenenti al corpo di Polizia locale.