19 agosto 2018
Aggiornato 19:00

L’’in bocca al lupo’ di Trieste alla Nazionale italiana di Pallanuoto

Per il ct Campagna, la città giuliana potrebbe essere la casa della nazionale di pallanuoto in prospettiva olimpica Tokyo 2020
L’’in bocca al lupo’ di Trieste alla Nazionale italiana di Pallanuoto
L’’in bocca al lupo’ di Trieste alla Nazionale italiana di Pallanuoto (Pallanuoto Trieste (immagine di archivio))

TRIESTE - Ultima rifinitura alla piscina Bianchi di Trieste per la Nazionale italiana di Pallanuoto prima della finale Europa Cup, che si disputerà a Fiume da domani all’8 aprile e dove si affronteranno alcune delle migliori squadre del mondo.

GLI AZZURRI si scontreranno, all’interno del girone A della Europa Cup, con la Spagna, l’Ungheria, argento mondiale e bronzo europeo, e la Grecia. Il girone B vedrà invece la Serbia, campione olimpico ed europeo e bronzo mondiale, il Montenegro vice campione europeo, la Croazia oro mondiale e argento olimpico e la Francia. Nel corso dell'ultimo allenamento, accompagnati da Franco Del Campo, direttore del Centro Federale Trieste, il sindaco e l'assessore comunale allo Sport hanno portato questa mattina (mercoledì 4 aprile) il saluto e l' ‘in bocca al lupo’ della città alla nazionale italiana di pallanuoto, allenata da Sandro Campagna e che vede convocati  Zeno Bertoli, Marco Del Lungo, Nicholas Presciutti (AN Brescia), Pietro Figlioli, Andrea Fondelli e Gianmarco Nicosia (Banco Bpm Sport Management), Vincenzo Dolce e Alessandro Velotto (CC Napoli), Michael Bodegas, Guillermo Molina, Oscar Echenique, Francesco Di Fulvio (Pro Recco), Luca Damonte (RN Savona), Vincenzo Renzuto Iodice (Jug Dubrovnik), Giacomo Casasola (CC Ortigia).

PROPRIO SANDRO CAMPAGNA, commissario tecnico del Settebello, bronzo olimpico a Rio, ha  voluto evidenziare al sindaco e all'assessore allo Sport l'ottima accoglienza ricevuta in questi tre giorni a Trieste e soprattutto la validità dell'impianto triestino. Segnalando la possibilità di alcuni semplici accorgimenti in grado di migliorare l'illuminazione a tutto beneficio anche delle immagini televisive, ‘spero proprio che la Bianchi -ha detto il ct Campagna- possa diventare la casa degli azzurri in vista dell'Olimpiade di Tokyo 2020’. Un messaggio ben accolto e recepito dagli amministratori comunali. Dopo l'Europa Cup, che è il primo appuntamento stagionale, gli azzurri sono attesi quest'estate dai Campionati europei di Barcellona.