19 agosto 2018
Aggiornato 19:00

Potature: il nuovo regolamento di polizia urbana

Parliamo di cespugli, alberi e piante in genere che, dai giardini privati, ‘invadono’ luoghi di passaggio e possono creare disturbo alle persone
Potature: il nuovo regolamento di polizia urbana
Potature: il nuovo regolamento di polizia urbana (shutterstock | SmileKorn)

TRIESTE - Finalmente, pare che la Primavera stia per arrivare e con essa la solita bellissima ‘esplosione’ della natura. E quale momento più indicato di questo per ricordare una piccola ma importante regola di convivenza, sicurezza urbana e di decoro? Parliamo di cespugli, alberi e piante in genere che, dai giardini privati, ‘invadono’ luoghi di passaggio e possono creare disturbo alle persone.

LE REGOLE - Il nuovo regolamento di polizia urbana ha pensato anche a questo prevedendo infatti che «salvo quanto previsto dal Codice della Strada è fatto obbligo di evitare che siepi o piantagioni fuoriescano dalle recinzioni causando danno o pericolo. (...)». "Quindi - come si legge in una nota della municipale - Invitiamo tutti coloro che hanno in cura delle piante da giardino di fare attenzione anche a questo aspetto e di attivarsi immediatamente se alcune parti di esse dovessero fuoriuscire pericolosamente dalla recinzione: oltre al nocumento che potrebbero recare ad altri - e la poco piacevole prospettiva dell’obbligo di risarcire il danno cagionato -, il Regolamento prevede una sanzione  pecuniaria di 150 euro e la sanzione accessoria del ripristino dei luoghi».