19 giugno 2018
Aggiornato 15:30
Politica | Candidato presidente del Fvg del M5S

Fraleoni Morgera (M5S): «Basta politici in auto blu e arraffano soldi pubblici senza lavorare»

Il programma del MoVimento 5 Stelle prevede in seguito anche una fase di rinegoziazione del patto con lo Stato in modo d'avere indietro parte del miliardo di euro che oggi il Friuli Venezia Giulia versa nelle casse di Roma

Fraleoni Morgera (M5S): «Basta politici in auto blu e arraffano soldi pubblici senza lavorare» (© M5s)

FVG - Ci sono politici che girano l'Italia con le auto blu e arraffano migliaia di euro pubblici senza lavorare neanche un'ora e poi ci sono i cittadini, eletti con il MoVimento 5 Stelle nelle istituzioni della Repubblica, che utilizzano i mezzi pubblici e continuano a dimezzarsi le indennità. Anche nel Friuli Venezia Giulia.

Per questo il M5S parte dalla rimodulazione dei vitalizi degli ex e dall'abbassamento dell'indennità dei consiglieri regionali (a 5000 euro lordi) per recuperare le risorse necessarie da mettere a disposizione dei cittadini. È necessario introdurre interventi mirati per venire incontro alle esigenze delle famiglie e di un sistema che va rimesso in ordine a partire dal bilancio regionale. «Non siamo gente che promette tutto e subito - afferma il candidato presidente del M5S Alessandro Fraleoni Morgera - ma l'esperienza m'insegna che in ogni bilancio esiste almeno un 5-6% di spese ingiustificate per cui, a fronte di un budget regionale di circa 4,3 miliardi, parliamo di oltre 200 milioni di euro. Non mi pare poco». 

Il programma del MoVimento 5 Stelle prevede in seguito anche una fase di rinegoziazione del patto con lo Stato in modo d'avere indietro parte del miliardo di euro che oggi il Friuli Venezia Giulia versa nelle casse di Roma. Sburocratizzazione e digitalizzazione sono gli altri due passaggi obbligati per essere finalmente in grado di tagliare questi ed anche altri sprechi. Piccoli e medi imprenditori devono necessariamente essere supportati per rimettere in moto il territorio anche con qualche sacrificio da parte della politica regionale. «C'è molto da fare - prosegue Alessandro Fraleoni Morgera - e il nostro obiettivo finale è quello di effettuare investimenti sul lungo termine: l'innovazione ed i centri di ricerca regionali saranno snodi importantissimi per un cambio di passo». 

«Per i membri del Consiglio regionale Fvg la rimodulazione del sistema pensionistico sarà su base contributiva insieme alla parificazione delle pensioni rispetto alla normativa corrente applicata a tutti i lavoratori. Gli stessi rimborsi spese - spiega ancora il candidato presidente del M5S - avranno un tetto massimo di 2500 euro al mese con rendiconto dettagliato (no a forfait) delle spese effettivamente sostenute. In questo modo i cittadini potranno anche valutare meglio l'attività svolta sul territorio». Eliminare gli sprechi significa anche toccare i privilegi, evitare i conflitti d'interesse ed eliminare i doppi (o tripli) incarichi: i dirigenti andranno scelti preferibilmente all'interno della pubblica amministrazione tra coloro che hanno accumulato almeno 10 anni d'esperienza. La trasparenza dei risultati raggiunti da agenzie, enti e società partecipate permetterà di monitorare in modo più preciso e corretto anche dall'esterno il funzionamento della «macchina» pubblica da parte dei cittadini: l'accesso digitale dei dati, infine, snellirà il rapporto che è spesso farraginoso, complicato e a volte davvero estenuante tra chi deve usufruire di un servizio e chi invece lo eroga.