20 settembre 2018
Aggiornato 02:30

Ladri 'trasfertisti' incastrati dalle telecamere a Duino

Sono stati denunciati, in stato di libertà, tre cittadini extracomunitari, due di nazionalità algerina e uno libico, per il reato di furto aggravato in concorso
Ladri 'trasfertisti' incastrati dalle telecamere a Duino
Ladri 'trasfertisti' incastrati dalle telecamere a Duino (Carabinieri)

DUINO - I carabinieri della stazione di Duino e quelli del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Aurisina, a seguito di attività investigativa scaturita dalla denuncia di un residente, al quale era stato sottratto il portafogli mentre stava consumando la cena in un noto locale nel Comune di Duino Aurisina, hanno denunciato, in stato di libertà, tre cittadini extracomunitari, due di nazionalità algerina e uno libico, per il reato di furto aggravato in concorso. Si tratta di E.M. classe 1957, M.H. del 1972 e H.M., un 48enne.

LO STRATAGEMMA - I tre, dopo essere entrati nel locale, avevano organizzato uno stratagemma: mentre due distraevano il titolare e il barista, il terzo si è avvicinato a un cliente che stava consumando la cena e, sedendosi accanto, gli ha sfilato dal portafogli la somma in contanti di 400 euro, allontanandosi insieme agli altri senza destare sospetti. «Si tratta di un modus operandi abbastanza inusuale per i nordafricani, - hanno spiegato gli uomini dell’Arma in una nota - tradizionalmente meno inclini alla commissione di reati con destrezza come questo».

‘TRASFERTISTI’ - Peraltro i tre uomini risultano in possesso di un regolare permesso di soggiorno emesso dalle autorità polacche, che in Italia si erano già resi responsabili di un furto all’area di servizio autostradale 'Chianti Est' in Toscana. Quelli che in gergo di polizia vengono definiti 'trasfertisti', ossia criminali che colpiscono in diverse parti del territorio, dandosi immediatamente alla fuga dopo ogni colpo.

INDAGINI - L’attività d’indagine immediatamente avviata dai carabinieri della stazione di Duino ha consentito di individuarli grazie alle testimonianze di alcuni avventori e alle telecamere installate nel locale che hanno ripreso tutta l’attività delittuosa compiuta dai tre. Raccolti gli elementi informativi, i militari hanno avviato una ricerca dei soggetti in tutta la zona, non tralasciando le strutture ricettive. È proprio in una di queste, una locanda di Duino, che i militari hanno trovato i tre soggetti, mentre si stavano cambiando i vestiti e si accingevano ad allontanarsi dalla zona. I tra ladri sono stati fermati e, dopo le formalità di rito, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Trieste.