Economia | Trieste

Consensi e indicazioni per i Consorzi Cosef, Cosilt e Zipr-Tagliamento

Approvato dalla Regione il piano economico-finanziario 2018 del Consorzio Cosef. Decise invece le indicazioni in merito ai piani industriali 2018-2020 dei Consorzi Cosilt e Zipr-Tagliamento

Sede della Regione
Sede della Regione (Regione Friuli-Venezia Giulia)

TRIESTE - La Giunta regionale ha approvato il piano economico-finanziario 2018 del Consorzio Cosef e ha formalizzato le proprie indicazioni in merito ai piani industriali 2018-2020 dei consorzi Cosilt e Zipr-Tagliamento. La Regione, oltre a dare il proprio consenso al piano 2018, ha invitato il Consorzio Cosef, nella predisposizione di quello 2019, a tenere per le attività commerciali una contabilità separata rispetto a quella esercitata per fini istituzionali ed a dare attuazione alle disposizioni dettate in materia di anticorruzione e trasparenza. La Giunta ha inoltre sottolineato il sostanziale coordinamento dei piani industriali dei Consorzi Cosilt e Zipr-Tagliamento con il Piano di sviluppo del settore industriale e la legge regionale Rilancimpresa Fvg-Riforma delle politiche industriali.

PIANO COSILT - Per quanto riguarda Cosilt, la Regione ha invitato il Consorzio a porre maggiore attenzione al miglioramento e all'individuazione e rappresentazione dei dati e dei requisiti di sostenibilità economica e patrimoniale del piano industriale, nonché ad implementare un'analisi dei flussi di cassa previsti, al fine di stabilire se gli obiettivi prefissati sono raggiungibili e di favorire il monitoraggio dei risultati ottenuti, oltre ad esplicitare meglio le dinamiche triennali del conto economico e dello stato patrimoniale.

ALTRE RICHIESTE - La Regione ha inoltre richiesto al Consorzio di rispettare la destinazione urbanistica prevista per le aree consortili, di contenere l'uso dei suoli e di tenere presente che l'approvazione dei progetti di nuovi impianti per la gestione di rifiuti (anche pericolosi) e le modifiche a quelli esistenti oltre all'autorizzazione all'esercizio delle operazioni di smaltimento e recupero di rifiuti sono di competenza regionale.

PIANO DI ZIPR TAGLIAMENTO - Al Consorzio Zipr-Tagliamento la Regione nella predisposizione del piano industriale 2019-21 ha chiesto di porre maggiore attenzione all'individuazione e rappresentazione dei dati e dei requisiti di sostenibilità economica e finanziaria del Piano industriale 2018-20 e di individuare con maggiore certezza le fonti di finanziamento a copertura delle azioni proposte, con particolare riguardo alla distinzione tra risorse finanziarie proprie e contributi regionali.

DISPOSIZIONI DA SEGUIRE - La Giunta ha quindi rimarcato la necessità di implementare una puntuale analisi dei previsionali flussi di cassa, di rispettare l'obiettivo del contenimento dell'uso dei suoli e di osservare, in particolare, le disposizioni di salvaguardia introdotte dal Piano paesaggistico regionale.