15 novembre 2018
Aggiornato 13:00

Ritorna per il terzo anno #LaScenaAperta a Gradisca d’Isonzo

Un progetto innovativo, un'occasione di alta formazione per gli studenti e un momento di riflessione e studio per gli operatori e gli insegnanti
Ritorna per il terzo anno #LaScenaAperta a Gradisca d’Isonzo
Ritorna per il terzo anno #LaScenaAperta a Gradisca d’Isonzo (Diario di Gorizia)

GRADISCA D'ISONZO - Ritorna per il terzo anno #LaScenaAperta a Gradisca d’Isonzo: il 16, 17 e 18 maggio tre giorni di Cantiere Teatrale per gli studenti. Un progetto innovativo, che il Comune di Gradisca d’Isonzo si è sempre impegnato a sostenere, un'occasione di alta formazione per gli studenti che quest'anno dedica un momento di riflessione e studio anche agli operatori e agli insegnanti promuovendo il Convegno sul Teatro a Scuola 'Il cantiere delle idee' che si svolgerà il 3 maggio dalle 9.30 nella sala della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

IL TEATRO NELLE SCUOLE - Il Teatro nelle scuole non è solo animazione, solo spettacolo, né solo didattica o solo educazione alla socialità, ma è tutte queste cose insieme, e molto di più: come rispettare, valorizzare, far vivere questo complesso meccanismo che nel suo insieme diventa momento di alta educazione e messa alla prova per i ragazzi? Durante il 'Il cantiere delle idee - Convegno sul Teatro a Scuola' si proverà a rispondere a questa domanda. Inoltre verranno presentati i risultati della prima mappatura delle realtà teatrali operanti nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado della Provincia di Gorizia. Questo lavoro, realizzato con il supporto informatico della Segreteria dell'ISIS D'Annunzio - Fabiani di Gorizia ha portato alla creazione della mappa 'Lavori in corso': un mappa che elenca le esperienze teatrali attive nei vari Istituti fornendo uno strumento utile allo scambio, alla condivisione, alla possibilità di mettersi in rete.

SEMINARI E LEZIONI - Dopo il Convegno del 3 maggio dunque, il 16, 17, e 18 maggio al via 'La scena aperta' che anche quest'anno offre un ricco programma di seminari e lezioni: storia del Teatro, improvvisazione, training teatrale, sono solo alcune delle attività che i ragazzi avranno l'opportunità di frequentare durante il giorno mentre le sere del 17 e del 18 potremo assistere ai lavori portati in scena dalla scuole partecipanti al Nuovo Teatro Comunale dalle 20.30 con ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili.

IL PROGETTO DEL CANTIERE TEATRALE - Il Cantiere Teatrale studentesco è un progetto che si sviluppa nella direzione delle più moderne istanze relative al Teatro - scuola puntando sulla componente educativa non solo nel senso dell'apprendere nozioni ma anche in quello del metterle in pratica. È un percorso che offre ai giovani delle scuole medie e superiori della Provincia di Gorizia un'occasione di alta formazione teatrale e di pratica di palcoscenico in un contesto moderno, dinamico, aperto, che avvicina i ragazzi al luogo Teatro come luogo di esperienza, incontro, sviluppo di risorse personali e di Comunità.
Ideato e curato da Fierascena con la direzione artistica di Elisa Menon, sostenuto dalla rete di Istituti, dalla Regione FVG attraverso il bando per i progetti speciali e dal Comune di Gradisca d’Isonzo, con una particolare sinergia tra l'Assessorato all’Educazione e Politiche Giovanili e l’Assessorato alla Cultura, il Cantiere gode anche della collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e del C.I.S.I. di Gradisca d'Isonzo : un'ampia cooperazione per un progetto che si rivolge ai ragazzi come protagonisti della scena, per accoglierli, ascoltarli, dare loro la possibilità di esprimere i loro talenti.

GLI ISTITUTI COINVOLTI - Ed ecco i nomi degli Istituti coinvolti :«G. D’Annunzio», «Max Fabiani» e "Cossar Da Vinci" di Gorizia, «Sandro Pertini» e «M. Buonarroti» di Monfalcone, «G. Pascoli» di Cormòns e il Gimnazija di Nova Gorica, i cui dirigenti scolastici e insegnanti si impegnano per il progetto al fianco dei ragazzi permettendone la realizzazione.
«Sento sia l'impegno che il privilegio di essere unico ente territoriale impegnato in questa preziosa offerta, nella quale credo fortemente. Rivolgo l'invito a partecipare in particolar modo a quegli amministratori che vogliano impegnarsi con un ruolo attivo al fianco delle Reti Scolastiche e degli enti promotori, nella realizzazione di progetti che puntino anche alla formazione educativa delle giovani generazioni, facendo leva su talenti espressivi e umanistici. Con la consapevolezza della ricchezza che ci è restituita dal poter lavorare per i giovani, e del potersi confrontare e crescere al fianco di altre amministrazioni» Francesca Colombi, Assessore al sociale Comune di Gradisca d'Isonzo.