23 ottobre 2018
Aggiornato 15:30

L’impegno della polizia ferroviaria per i ponti di primavera: identificate 708 persone

Dal 20 aprile al 2 maggio 308 pattuglie in stazione e 114 a bordo treno
L’impegno della polizia ferroviaria per i ponti di primavera: identificate 708 persone
L’impegno della polizia ferroviaria per i ponti di primavera: identificate 708 persone (Diario di Trieste)

TRIESTE - Si concludono nella massima tranquillità i ponti di primavera grazie all’impegno della Polizia Ferroviaria del Friuli Venezia Giulia che ha incrementato la propria attività di controllo all’interno delle stazioni e sui treni. L’enorme afflusso di viaggiatori che di solito utilizzano il mezzo ferroviario in tali festività, è stato affrontato attraverso la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni delittuosi e di degrado presenti in ambito ferroviario.

SONO STATE IMPIEGATE nel periodo dal 20 aprile al 2 maggio 308 pattuglie in stazione e 114 a bordo treno. Sono stati scortati complessivamente 219 convogli ferroviari con una media di circa 16 treni al giorno. Sono stati inoltre predisposti 21 servizi antiborseggio in abiti civili, sia negli scali che sui convogli. Sono stati assicurati i servizi sui treni a lunga percorrenza notturni. Grazie a tale dispositivo il Compartimento Polizia Ferroviaria per il Friuli Venezia Giulia ha complessivamente identificato 708 persone, traendone in arresto 2 e indagate 26 in stato di libertà.

IN PARTICOLARE, nella tarda serata di lunedì 24 Aprile, operatori della Polizia Ferroviaria durante un servizio di scorta predisposto a bordo del treno regionale 11072 proveniente da Venezia e diretto a Udine, all’atto dell’arrivo del convoglio nella stazione ferroviaria di Pordenone identificava e arrestava un cittadino kosovaro di 31 anni, il quale dopo aver minacciato il capotreno ed alcuni viaggiatori reagiva al controllo degli operatori di Polizia, minacciandoli e poi scagliandosi improvvisamente e con violenza contro di loro tanto da procurare delle lesioni ad un Agente. Lo straniero, non nuovo ad episodi di violenza a bordo treno nei confronti di viaggiatori e personale Trenitalia, è stato tratto in arresto.

SONO STATE ALTRESÌ INCENTIVATE LE ATTIVITÀ DI PREVENZIONE con un aumento dei servizi straordinari di controllo del territorio negli scali e ambiti di competenza. In particolare in data 27 aprile su disposizione del Servizio di Polizia Ferroviaria è stata effettuata l’operazione di controllo straordinario «Stazioni Sicure» che ha visto il personale del Compartimento della Polizia Ferroviaria per il Friuli Venezia Giulia impegnato in una serie di servizi mirati al fine di migliorare la prevenzione dei crimini e il controllo della legalità in ambito ferroviario, specialmente riguardo ai convogli, alle stazioni, agli obiettivi sensibili lungo le linee ferroviarie, nonché ai passeggeri ed ai bagagli. Nella sola giornata del 27 sono stati impiegati 83 operatori, controllati 24 scali ferroviari, ispezionato numerosi bagagli sia depositati, sia al seguito dei viaggiatori. Sono state identificate 102 persone e 9 delle quali sono state indagate in stato di libertà.