Cronaca | Inoltre integrate altre 25 isole ecologiche

Trieste: scarti dei giardini in cambio di compost

Per le ultime settimane di primavera, in partenza la nuova iniziativa sull’economia circolare del rifiuto verde

Trieste: scarti dei giardini in cambio di compost
Trieste: scarti dei giardini in cambio di compost (AcegasApsAmga)

TRIESTE - In queste ultime settimane di primavera è il momento giusto per dedicarsi alla manutenzione dei giardini domestici. Se però gli scarti delle potature e le ramaglie possono essere pesanti da trasportare fino ai contenitori stradali, niente paura, AcegasApsAmga le asporta a domicilio e in modo completamente gratuito!

INOLTRE, per le prossime settimane parte l’iniziativa dedicata all’economica circolare del rifiuto verde: per ogni richiesta di ritiro verrà regalato al richiedente (fino a esaurimento scorte) un sacco di compost certificato per agricoltura biologica da 8 kg, proveniente dallo stabilimento Bioman di Maniago. La scelta non è casuale, infatti è qui che vengono avviati a recupero tutti i rifiuti organici triestini, che al termine della lavorazione si trasformano, appunto, in compost di alta qualità: perché anche i rifiuti producono valore se correttamente differenziati. L’iniziativa vuole inoltre sfatare il mito secondo cui i rifiuti ‘finiscono tutti insieme’ consegnando al cittadino il vero e proprio prodotto nato dalla raccolta differenziata del rifiuto organico e del verde.

PER RICHIEDERE L’ASPORTO DEL VERDE a domicilio è necessario iscriversi, gratuitamente, al servizio chiamando il numero verde 800 955 988 (gratis da telefono fisso e mobile) e ritirare il contenitore in comodato d’uso gratuito presso la sede di AcegasApsAmga in via Orsera, il sabato dalle 8 alle 10. È inoltre operativa anche la prenotazione automatica del ritiro degli scarti di giardino tramite sms 24 ore su 24: per aderire a questo sistema di prenotazione è necessario contattare l’800 955 988 (saranno richiesti un numero di cellulare e un indirizzo e-mail).

50 NUOVI CONTENITORI PER DIFFERENZIARE IL VERDE - Differenziare correttamente il rifiuto verde è estremamente importante, si stima infatti che dovrebbe costituire circa il 15% del totale dei rifiuti raccolti da una città, mentre a Trieste corrisponde per ora solo al 3%: per agevolare i cittadini nel conferimento di questo rifiuto che può essere completamente riciclato, AcegasApsAmga mette a disposizione sistemi di raccolta che integrano la raccolta a domicilio di sfalci e ramaglie. Dall’inizio della primavera AcegasApsAmga ha posizionato quasi 50 nuovi contenitori per la raccolta stradale di sfalci e ramaglie in circa 25 isole ecologiche presenti in zone particolarmente ricche di aree verdi private o condominiali. I primi 10 sono stati posati nel corso di marzo in zona via Romagna, mentre i rimanenti 40 contenitori sono stati posizionati tra aprile e maggio in varie zone della città tra cui zona Costiera e viale Romolo Gessi. I nuovi cassonetti si aggiungono a quelli già installati nel corso del 2016-2017, di varie dimensioni (660, 1.100 o 3.200 litri) per adattarsi a tutti i tipi di vie cittadine, da quelle più ampie a quelle più strette, tipiche di alcune zone di Trieste.  Nel corso dei prossimi mesi, verranno posizionate altre batterie di contenitori della medesima tipologia identificando zone della città particolarmente ricche di aree verdi.

UNA LIVREA SPECIALE - I cassonetti, per essere facilmente identificabili, oltre al pittogramma con l’indicazione del tipo di raccolta, hanno una livrea personalizzata, caratterizzata da adesivi verdi a motivo floreale e una banda superiore contenente la chiara indicazione di conferire esclusivamente sfalci e ramaglie. È infatti assolutamente fondamentale che nei nuovi cassonetti non vengano introdotti altri tipi di rifiuti, che inevitabilmente comprometterebbero la qualità della raccolta. Nello specifico è importante fare attenzione nel conferire i rifiuti, in quanto i nuovi contenitori sono simili ai cassonetti per il rifiuto secco non riciclabile, ma a differenza di questi ultimi sono sprovvisti di coperchio, allo scopo di facilitare il conferimento delle ramaglie, tipicamente ingombranti e di difficile trasporto manuale. È quindi fondamentale non confondere i contenitori e ricordare che nei contenitori privi di coperchio vanno conferiti solo gli scarti dei giardini.

SCARTI VERDI E SCARTI DI CIBO - Il posizionamento di questi speciali cassonetti, oltre a incrementare la quantità raccolta di sfalci e potature, consente di migliorare la qualità della raccolta differenziata degli scarti di cibo, che continua normalmente attraverso i noti contenitori con coperchio marrone. A volte sfalci e ramaglie, anziché essere conferiti alla stazione ecologica o ritirati a domicilio, vengono spesso inseriti nel bidone degli scarti di cibo, determinandone talvolta anche la saturazione. Anche se da entrambe le tipologie di rifiuti (scarti di cibo e sfalci/ramaglie), si ricavano compost ed energia elettrica generata da biogas (presso l’impianto di compostaggio e cogenerazione Bioman di Maniago - PN), le lavorazioni dei due materiali sono differenti e dunque affinché il processo di recupero sia efficace è importante che la raccolta e i flussi operativi a valle siano ben separati.

CENTRI DI RACCOLTA - Oltre alla raccolta stradale di sfalci e ramaglie e il servizio di asporto gratuito a domicilio, è sempre possibile conferire il verde presso i centri di raccolta abilitati AcegasApsAmga di strada per Vienna 84/a e Via Carbonara 3.