22 ottobre 2018
Aggiornato 20:30

Passeur croato arrestato sul Carso triestino

Sei migranti irregolari siriani sono stati riammessi in Slovenia
Passeur croato arrestato sul Carso triestino
Passeur croato arrestato sul Carso triestino (Polizia di Trieste)

TRIESTE - In sette viaggiavano a bordo di un’autovettura: oltre al 19enne conducente croato, M.G. le iniziali, sei migranti irregolari siriani, tra cui un bambino in tenerissima età. L’autovettura con targa croata è stata fermata per un controllo questa notte in località Fernetti da una pattuglia del Settore Polizia di Frontiera di Trieste.

PER IL GIOVANE COMUNITARIO SONO SCATTATE LE MANETTE e ora si trova nel carcere locale con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Gli stranieri - i cinque adulti poco più che ventenni e il bambino - sono stati, invece, riammessi in Slovenia secondo i vigenti accordi bilaterali. Sequestrata, infine, l’autovettura croata.

L’ARRESTO DEL PASSEUR è avvenuto durante le consuete attività mirate alla prevenzione e repressione della criminalità transfrontaliera e, in particolare, proprio dell’immigrazione clandestina. Dall’inizio dell’anno fino ad oggi sono otto i passeur arrestati dalla Polizia di Frontiera di Trieste, mentre altri otto sono stati denunciati. All’operazione di questa notte ha partecipato anche il personale militare del Reggimento Piemonte Cavalleria di Trieste, che ormai da oltre due anni collabora con la Polizia di Frontiera nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure.