25 giugno 2018
Aggiornato 21:00
Sport | Trieste

Calcio, 25esimo "Premio Barcola" a Mauro Milanese

E' l'amministratore dell'Unione sportiva calcio Triestina 1918. L'assessore all'Ambiente ed Energia è intervenuto durante il conferimento del premio:" Un giusto riconoscimento, mi auguro che la sua carriera di dirigente sportivo possa continuare il più a lungo possibile nella sua città, a Trieste"

Premiazione di Mauro Milanese (© Regione Friuli-Venezia Giulia)

TRIESTE - «Un giusto riconoscimento al lavoro di un manager che, dopo esser stato un grande calciatore, mi auguro possa continuare la sua carriera di dirigente sportivo il più a lungo possibile nella sua città, a Trieste».

25ESIMO 'PREMIO BARCOLA' - Con queste parole l'assessore regionale all'Ambiente ed Energia, Fabio Scoccimarro, è intervenuto oggi a Trieste in occasione del conferimento all'amministratore unico dell'Unione sportiva calcio Triestina 1918, Mauro Milanese, del "Premio Barcola", giunto alla sua XXV edizione.

TORNARE A PENSARE IN GRANDE - L'assessore ha sottolineato come il luogo dell'evento (il Palazzo della Regione, già del Lloyd triestino) testimoni il prestigio e la storia della città, e quindi anche quelle che debbono essere le ambizioni di rilancio del sodalizio calcistico alabardato, di cui quest'anno si celebra il centenario. «Il mio invito, rivolto alla società e alle istituzioni, è quello di pensare in grande, come a suo tempo si era iniziato a fare con il compianto ex patron Amilcare Berti, all'epoca della doppia promozione in serie B», ha detto Scoccimarro.

UN CENTRO SPORTIVO PER LA TRIESTINA - «Mi riferisco - ha spiegato Scoccimanno - al progetto di un centro sportivo, una specie di 'Giulianello', dove la Triestina possa disporre, oltre che della sede, anche di tutte le strutture necessarie all'attività della prima squadra e delle giovanili. Un'idea che auspico, grazie anche al lavoro di Mauro Milanese, possa venire riproposta e sostenuta».

NON FARSELO SCAPPARE - Infine Scoccimarro ha ricordato anche il presidente della società, Mario Biasin, triestino d'origine residente in Australia, il quale assieme allo stesso Milanese ha avviato questa nuova fase della Triestina dopo una serie di proprietà le cui conduzioni «sono state tutt'altro che memorabili". "Proprio in virtù di queste traversie del recente passato - ha concluso Scoccimarro - un professionista del valore di Mauro Milanese, Trieste deve tenerselo stretto».

Assessore all'Ambiente ed Energia, Fabio Scoccimarro

Assessore all'Ambiente ed Energia, Fabio Scoccimarro (© Regione Friuli-Venezia Giulia)