25 settembre 2018
Aggiornato 05:00

Un mare più pulito grazie a Trieste Sommersa Diving e AcegasApsAmga

Nell’ambito della manifestazione Mare Nord Est, 4° operazione ‘clean water’: pulizia dei fondali intorno al Molo Audace a partire dalla scala Reale, con il supporto della multiutility per lo smaltimento dei materiali raccolti
Un mare più pulito grazie a Trieste Sommersa Diving e AcegasApsAmga
Un mare più pulito grazie a Trieste Sommersa Diving e AcegasApsAmga (shutterstock | Balakate)

TRIESTE - Torna l’operazione clean water a cura dell’associazione Trieste Sommersa Diving nell’ambito della manifestazione Mare Nord Est che domenica 10 giugno, per il 4° anno consecutivo, procederà alla pulizia dei fondali marini in prossimità di piazza Unità. Anche AcegasApsAmga, dato lo spirito dell’iniziativa, darà il proprio contributo, supportando l’organizzazione nelle fasi di pulizia. Per agevolare le operazioni dei sommozzatori la multiutiliy posizionerà un contenitore scarrabile in prossimità del molo Audace per permettere il conferimento dei particolari rifiuti che verranno rimossi dal fondale marino. L’operazione clean water infatti prenderà l’avvio domenica mattina alle 9.30 dalla Scala Reale e i partecipanti all’iniziativa, iscritti nelle scorse settimane, procederanno nell’area per ripulire al meglio i fondali marini dai rifiuti che, purtroppo, sono stati abbandonati nelle acque triestine. Al termine, tutti i rifiuti verranno riposti  nel contenitore di AcegasApsAmga, i cui addetti provvederanno a rimuovere a fine evento, avviando correttamente a recupero tutti i materiali rinvenuti.

CELLULARI, TRA I RIFIUTI PIÙ RACCOLTI NELL’EDIZIONE 2017 - Anche nelle passate edizioni, i rifiuti rimossi dal fondale marino sono stati i più disparati, spesso anche oggetti che, se correttamente conferiti possono restituire materiali preziosi e anche riutilizzabili. E’ il caso dell’edizione 2017 in cui sono stati rinvenuti moltissimi cellulari: si tratta di rifiuti così detti RAEE, ovvero rifiuti elettrici o elettronici. Questi contengono materiali estremamente inquinanti e quindi a maggior ragione non dovrebbero mai essere dispersi nell’ambiente o nel mare. Ma oltre a queste sostanze pericolose, contengono anche materiali nobili, come oro, argento e palladio, di grande valore che possono essere completamente riciclate se avviati correttamente a recupero presso i centri di Raccolta di AcegasApsAmga. Altri oggetti verranno portati alla luce in questa nuova edizione, nella speranza che ogni anno siano sempre di meno i rifiuti rimossi dalle acque marine.