19 novembre 2018
Aggiornato 08:00

Immigrazione: la giunta Fedriga taglia 1 milione di euro per l'accoglienza

Via libera a un finanziamento di 50 mila euro per il rientro volontario assistito
Immigrazione: la giunta Fedriga taglia 1 milione di euro per l'accoglienza
Immigrazione: la giunta Fedriga taglia 1 milione di euro per l'accoglienza (Regione Fvggg)

TRIESTE - Stop a una serie di interventi «destinati a servizi territoriali, accoglienza, inserimento abitativo, istruzione, educazione, intercultura e formazione professionale» dei migranti per un valore di oltre un 1,1 milioni di di euro, e via libera a un finanziamento di 50 mila euro per il rientro volontario assistito. E' il primo intervento della giunta del Friuli Venezia Giulia, guidata da Massimiliano Fedriga, in materia di immigrazione.

CAMBIO DI VISIONE - «Abbiamo ritoccato - spiega l'assessore alle Autonomia locali Pierpaolo Roberti - un piano immigrazione che ci siamo ritrovati e che prevedeva lo stanziamento di risorse per oltre 8 milioni di euro. Riteniamo che, in linea con quanto espresso dal governatore nelle dichiarazioni programmatiche, bisogna cominciare a tagliare queste spese per ridistribuire opportunamente risorse ai cittadini». Roberti sottolinea quindi «il risparmio di oltre un milione di euro in due anni, 600 mila già nel 2018», definendo il provvedimento «solo il primo passo della rivisitazione che intendiamo apportare a un sistema di accoglienza diffusa che noi vediamo in maniera completamente diversa».

PIU' SOLDI PER IL RIMPATRIO - «L'unico capitolo in aumento - osserva l'assessore - è quello sul rientro volontario assistito che abbiamo trovato a zero. Questi fondi - conclude - sono destinati ai Comuni a favore delle persone che vogliono rientrare nei rispettivi Paesi di provenienza ma non hanno le risorse per farlo».