26 febbraio 2020
Aggiornato 15:30
Botta e risposta

Sanità, Bolzonello rigetta le accuse: «Dalla maggioranza denigrazione gratuita»

Anche il segretario del Pd Fvg va all'attacco criticando l'atteggiamento di Riccardi e Zilli
Sanità, Bolzonello rigetta le accuse: «Dalla maggioranza denigrazione gratuita»
Sanità, Bolzonello rigetta le accuse: «Dalla maggioranza denigrazione gratuita» Regione Friuli Venezia Giulia

TRIESTE - Il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello commentando le dichiarazioni degli assessori regionali Riccardo Riccardi e Barbara Zilli in materia di bilancio sottolinea che «mancette e poste puntuali non hanno fatto parte della cultura delle precedente amministrazione di centrosinistra». E precisa: «Noi, con quello schema non abbiamo nulla a che fare, il sistema delle poste puntuali è stato quasi totalmente spazzato via nella precedente legislatura, salvo alcuni interventi urgenti e importanti. E dunque, con i 19 milioni di cui parlano abbiamo finanziato per esempio il sistema consorzi perché realizzasse le infrastrutturazioni necessarie; il sistema degli scorrimenti delle graduatorie; abbiamo garantito soldi subito per far ripartire le attività produttive e dare un futuro alla regione. Insomma - precisa l'ex vicepresidente della giunta regionale - un sostegno per far ripartire l'economia, per aiutare le famiglie (si pensi al bonus bebè). Parlare di mancette, dunque, non è solo del tutto fuori luogo, ma è un'assoluta mancanza di rispetto e gratuita denigrazione».

LE PAROLE DI SPITALERI - «Negli anni la giunta di centrosinistra ha sempre dimostrato di saper gestire il bilancio della sanità regionale. Eravamo sempre consapevoli che i costi della sanità erano e sono in costante aumento, ma abbiamo comunque fatto fronte alle crescenti esigenze di salute dei cittadini. Ora tocca al centrodestra dimostrare questa capacità, tocca in particolare all'assessore alla Salute, che dai banchi dell'opposizione non perdeva occasione per accusarci di voler trasformare il bilancio della Regione nel bilancio della sanità». Lo afferma il segretario regionale del Pd del Friuli Venezia Giulia, Salvatore Spitaleri, commentando le dichiarazioni di Riccardi e Zilli in materia di Sanità. «Il centrodestra forse ha capito che ora si comincia a fare sul serio, che non basta far paura con la questione dei migranti. Per questo – indica Spitaleri – gioca d'anticipo la carta del bilancio e tenta di screditare la solvibilità finanziaria del Friuli Venezia Giulia. Il rating del Friuli Venezia Giulia non è censito e controllato semplicemente da tutti gli apparati pubblici, è anche gestito dal mercato finanziario e dalle agenzie specializzate, che hanno sempre riconosciuto l’alta affidabilità del bilancio gestito dalla precedente giunta regionale. Aggiungo che chi governa è bene sia prudente, ed eviti di screditare l'Istituzione cui è temporaneamente preposto: agenzie ed investitori prendono nota rapidamente».