19 novembre 2018
Aggiornato 09:00

Sport, Fedriga: «Alma in A1 è promozione per il territorio regionale»

Il governatore ha accolto la squadra di basket che ha appena vinto il campionato di A2 accedendo così alla massima serie cestistica nazionale
Sport, Fedriga: «Alma in A1 è promozione per il territorio regionale»
Sport, Fedriga: «Alma in A1 è promozione per il territorio regionale» (Regione Friuli Venezia Giulia)

TRIESTE - «La promozione in A1 dell'Alma Pallacanestro Trieste segna un grande valore sportivo e rappresenta una promozione importante per tutto il territorio regionale». Con queste parole il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha accolto nel Salone di Rappresentanza della Regione la squadra di basket che ha appena vinto il campionato di A2 accedendo così alla massima serie cestistica nazionale da cui mancava da 14 anni.

Fedriga, complimentandosi «per il cuore dimostrato dai ragazzi», ha rivolto l'augurio di «un grande in bocca al lupo per la prossima stagione», ripromettendosi di «essere presente a quante più partite possibili e soprattutto - ha scherzato - quando giocheremo contro Cantù, di cui è gran tifoso il sottosegretario agli Interni» Nicola Molteni. L'Alma Pallacanestro Trieste 2004, presente con la rosa dei giocatori, il presidente Gianluca Mauro e il direttore Mario Ghiacci, è stata salutata anche dagli assessori alla Cultura e Sport Tiziana Gibelli e Ambiente ed Energia Fabio Scoccimarro. «Siete un simbolo e un esempio», ha detto Gibelli, che ha paragonato l'impresa del quintetto biancorosso «al mito di Ulisse, che vede l'uomo misurare i suoi limiti per superarli».

Scoccimarro, parlando da tifoso, ha auspicato una prossima stagione «che non sia di semplice permanenza in A1». Davanti alle tre coppe schierate nel Salone (Promozione, Lega e Supercoppa) il presidente di Alma Gianluca Mauro ha osservato, infine, che la promozione «è frutto del sacrificio in palestra di ragazzi che sono veri uomini», ma deriva anche «da una mentalità aziendale improntata allo spirito di abnegazione». Proprio ieri sera società e giocatori avevano festeggiato con i tifosi la 'mission completed#' in piazza Unità, a pochi metri dal Palazzo della Regione.