18 novembre 2018
Aggiornato 09:00

Il premio Biagio Marin a Giacomo Vit e a Davide Podavini

Altri due premi speciali della città di Grado: a Lino Marconi, per il dialetto bresciano, e ad Elena Ghielmini, poetessa d'oltre confine, legata alla contemplazione religiosa di valori e cose del quotidiano
Il premio Biagio Marin a Giacomo Vit e a Davide Podavini
Il premio Biagio Marin a Giacomo Vit e a Davide Podavini (Premio nazionale di Poesia Biagio Marin)

GRADO - La data del 29 giugno costituisce momento tradizionale di omaggio a Biagio Marin e alla poesia in dialetto, nonché occasione per premiare studi e ricerche sulla sua opera. Il premio biennale letterario giunto all'XIa edizione, organizzato dal Centro Studi Biagio Marin, va quest'anno a Giacomo Vit per il suo 'Vous de grumal de aria' edito da Punto a capo, che è anche il libro di una vita di poesia, a partire dal 1977 per arrivare ad oggi. Quella di Giacomo Vit è voce che conosciamo da tempo, intento ad esprimere valori esistenziali ravvisati nella ariosa cornice di Sesto al Reghena e di Bagnarola, dove vive e insegna. Per la saggistica viene premiata la ricerca di Davide Podavini, condotta con viva intelligenza  all'interno dei Diari mariniani: una mole di lavoro utile e necessario in quanto  orientante per chi voglia addentrarsi nello studio del mondo mariniano e delle sue ampie relazioni. I Diari di Marin costituiscono  documento storico oltre che letterario, ricchissimo e prezioso.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE - La cerimonia della consegna del Premio da parte del Sindaco di Grado Dario Raugna avrà luogo alle 18 nella sala consiliare del Comune di Grado, presente la giuria al completo, e vedrà premiati altri due poeti: autori rispettivamente nel dialetto bresciano Lino Marconi di Chiari, cui è assegnato il Premio speciale del Comune di Grado, e Elena Ghielmini, di Sorengo (Ticino), altro Premio speciale del Comune di Grado, poetessa d'oltre confine, legata alla contemplazione religiosa di valori e cose del quotidiano. La cerimonia è preceduta 16.45 nella stessa sede da un incontro a più voci: 'Dialogo sulla poesia', sul senso del poetare – e pubblicare – in dialetto ieri e oggi e a parlarne saranno Pietro Gibellini, Franco Loi, Renato Martinoni, Gianni Oliva, Giovanni Tesio. Alle 19.30 invece verrà inaugurata alla Casa della Musica la mostra fotografica 'Biagio Marin: biografia di un poeta', con materiali dell’archivio Marocco. Resterà aperta al pubblico fino al 15 luglio.

UN PRESTIGIOSO APPUNTAMENTO - Dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Grado, Sara Polo: «D’accordo con Edda Serra, presidente del CSBM, con cui vi è una fervida collaborazione, abbiamo deciso di riportare questo prestigioso appuntamento in concomitanza con l’anniversario della nascita del nostro poeta per dare il giusto valore e visibilità che merita. Abbiamo inoltre voluto completare questa giornata con l’inaugurazione dell’esposizione fotografica che ripercorre scorci di vita anche privata del poeta assieme alla sua famiglia affinché anche a margine del Premio resti «in mostra» l’uomo che ha reso grande il nome di Grado nel mondo»