18 novembre 2018
Aggiornato 09:00

Vigili del fuoco a Grado, vertice in comune con Conapo: accelerare la soluzione

Nacini: “Positivo, costruttivo e proficuo l’incontro tra il nostro sindacato e L’Amministrazione comunale di Grado per trovare soluzioni per portare i Vigili del Fuoco in maniera permanente a Grado. E’ una battaglia condivisa e urgente”
Vigili del fuoco a Grado, vertice in comune con Conapo: accelerare la soluzione
Vigili del fuoco a Grado, vertice in comune con Conapo: accelerare la soluzione (Conapo)

GRADO«Positivo, costruttivo e proficuo l’incontro tra il nostro sindacato e L’Amministrazione comunale di Grado per trovare soluzioni per portare i Vigili del Fuoco in maniera permanente a Grado. E’ una battaglia condivisa e urgente». Lo ha detto Damjan Nacini , segretario del sindacato Conapo per il Friuli Venezia Giulia, al termine del vertice tenutosi oggi in comune durante il quale «tutti hanno condiviso sull’opportunità di ricercare politicamente una accelerazione della soluzione del problema».

TRE AREE - «Il Comune di Grado ha individuato tre possibili aree dove poter costruire il distaccamento dei Vigili del Fuoco sia terrestre che nautico ma – spiega Nacini – per arrivare all’apertura servono anche i Vigili del Fuoco, almeno 28. A livello regionale ne mancano almeno 110 e oltre a Grado anche Latisana deve avere i sui pompieri. Come sindacato abbiamo proclamato lo stato di agitazione regionale e siamo in attesa di essere convocati dagli organi superiori del Dipartimento dei Vigili del Fuoco». Si aggiunge cosi un altro tassello che vede impegnato il sindacato Conapo, nel potenziare i pompieri del Friuli, compreso Grado, ma nel frattempo i cittadini di Grado devono continuare ad attendere oltre 20 minuti, un'eternità se si è in pericolo di vita o se brucia una casa.  Mentre il Conapo fa sapere di «voler sollecitare direttamente il ministro Salvini e il sottosegretario Candiani, anche per il tramite del governatore Fedriga.