Teatro Verdi di Trieste: presentata la stagione, per tutti i gusti

Alla conferenza stampa erano presenti, tra gli altri, gli assessori alla Cultura Fvg, Tiziana Gibelli, e ai Teatri di Trieste, Serena Tonel

Teatro Verdi di Trieste: presentata la stagione, per tutti i gusti
Teatro Verdi di Trieste: presentata la stagione, per tutti i gusti (Teatro Verdi)

TRIESTE - Stagione Sinfonica, Stagione Lirica e Balletto e, per la prima volta in un'unica rassegna annuale, una Stagione specificatamente ideata per avvicinare all'opera nuovo pubblico, adatta a tutti e a tutte le età. E' il programma 2018-19 del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, presentato per la prima volta a Milano, nella sede del Gruppo Allianz, main partner della Fondazione Teatro Verdi. Alla conferenza stampa erano presenti, tra gli altri, gli assessori alla Cultura Fvg, Tiziana Gibelli, e ai Teatri di Trieste, Serena Tonel.

STAGIONE - «La Stagione Sinfonica - ha illustrato il Direttore Artistico della Fondazione, Paolo Rodda - propone una panoramica dal Settecento ai giorni nostri», dunque sei concerti - dal 14 settembre a fine ottobre - che vanno dal Concerto per violino e orchestra e la Quinta Sinfonia di Beethoven, diretto da Pinchas Steinberg in apertura di stagione, alle meno note «Symphonie choréographique" Daphnis et Chloé di Ravel o, la Rossiniana e Vetrate di chiesa di Ottorino Respighi nel concerto conclusivo. La Stagione Lirica e di Balletto sarà inaugurata il 16 novembre 2018 con l'opera I Puritani di Vincenzo Bellini; seguirà La Bella Addormentata di Ptr Il'i ajkovskij, con i solisti e il corpo di ballo del Teatro di Odessa (dicembre 2018), il sempre attuale Nabucco di Giuseppe Verdi (gennaio 2019), e poi L'Elisir d'Amore di Donizetti (marzo 2019) e Madama Butterfly di Giacomo Puccini (aprile 2019). A fine settembre 2018, il Teatro Verdi porterà la Lucia di Lammermoor di Donizetti a Kitakysh in Giappone, e poi un concerto sinfonico al Teatro Nazionale Croato di Zagabria condotto da Nika Bareza. Nell'autunno 2019 la Fondazione andrà in tournée in Giappone con la propria produzione de La Traviata di Giuseppe Verdi, anche grazie al sostegno del Gruppo Allianz che ne sarà il main sponsor».

GIOVANI - «Per avvicinare i giovani e i meno assidui frequentatori dell'opera - ha detto il Sovrintendente Stefano Pace - è qualificato dalla rassegna Sempre Verdi da 0 a 100 (e +)» che, oltre alle già collaudate 'Lezioni concerto' rivolte alle scuole del Fvg completerà l'offerta musicale con la leggerezza delle fiabe e delle opere buffe, come Il Castello incantato di Marco Taralli, il Gianni Schicchi, opera comica in un atto di Giacomo Puccini, e il Bastiano e Bastiana, singspiel di Wolfgang Amadeus Mozart in un nuovo allestimento della Fondazione. «Una Stagione all'insegna della vocazione internazionale di Trieste e della capacità del suo Teatro Lirico di essere uno straordinario veicolo di valori, tradizioni e identità culturale della città e del Fvg in tutto il mondo», ha concluso il Sovrintendente.