Cronaca | TRIESTE

Ferriera, Fedriga: «Azioni condivise nell'interesse di Trieste»

Intervento del governatore alla vigilia della conferenza dei servizi in programma il 17 luglio a Roma

Ferriera, Fedriga: «Azioni condivise nell'interesse di Trieste»
Ferriera, Fedriga: «Azioni condivise nell'interesse di Trieste» (Diario)

TRIESTE - «Seguire un percorso che preveda la piena condivisione di obiettivi e modalità di intervento tra Regione, Comune, Autorità Portuale e Siderurgica Triestina»: questo il traguardo segnato sulla Ferriera di Servola (Trieste) dal governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, e dall'assessore all'Ambiente, Fabio Scoccimarro, in vista della conferenza dei servizi in programma il 17 luglio a Roma, al ministero dell'Ambiente. Una partita che si arricchisce di un nuovo capitolo, con l'inserimento nell'ordine del giorno della questione relativa alla non conformità dei dati rilevati nelle acque di falda nel comprensorio dello stabilimento siderurgico.

«L'iter - spiega l'assessore all'Ambiente - prevede l'assegnazione di un termine di sei mesi alla proprietà per le valutazioni e gli opportuni interventi tecnici. L'intenzione della Regione - prosegue Scoccimarro - è di richiedere in sede di Conferenza dei Servizi che venga implementata la barriera idraulica al fine di limitare l'inquinamento durante il periodo dei lavori, le cui fasi chiederemo abbiano luogo sotto la supervisione dell'Arpa». Un quadro ancora complesso al quale, tuttavia, Fedriga guarda con ottimismo. «Sono convinto - afferma il governatore - che il dialogo avviato con la proprietà e con tutti gli altri soggetti possa produrre risultati importanti per la città di Trieste e per il Friuli Venezia Giulia».

«Occorre però - aggiunge Fedriga - che ognuno si faccia carico della propria quota di responsabilità, non solo di carattere finanziario ma, direi, soprattutto etico nei confronti di una comunità il cui credito di pazienza è giunto agli sgoccioli».