Cronaca | fino alle ore 12 di giovedì 2 agosto

Promozione turistica del Fvg: al via la presentazione delle domande

Le istanze vanno presentate on line sul sito della Regione

Promozione turistica del Fvg: al via la presentazione delle domande
Promozione turistica del Fvg: al via la presentazione delle domande (Bini)

TRIESTE - La Regione ha approvato il secondo bando per il 2018 riferito alla linea contributiva per progetti, manifestazioni e iniziative promozionali mirati alla promozione turistica del territorio. «Questo secondo bando ci permetterà di fornire ulteriori risposte all'intero territorio regionale nell'ottica della promozione e valorizzazione turistica», ha commentato l'assessore alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini.

UNO SFORZO PER REPERIRE LE RISORSE - Sotto il profilo della copertura economica l'assessore ha prospettato che «già nella legge di assestamento di bilancio che il Consiglio regionale esaminerà a fine luglio sarà previsto un incremento delle risorse attualmente disponibili con l'obiettivo di dare concreta risposta a quante più istanze possibili». "Ho chiesto in tal senso agli uffici, che ringrazio per il lavoro svolto, un'analitica ricognizione - ha assicurato Bini - di tutte le economie possibili per ampliare il budget, fermo restando che, come a tutti noto, la prossima manovra di assestamento darà prioritariamente risposte a sanità ed enti locali. Tuttavia, ritengo il comparto un'eccellenza che crea ricchezza e quindi è stato fatto uno sforzo importante per continuare a sostenerlo».

DOMANDE ON LINE - Le domande di contributo potranno essere presentate, esclusivamente tramite la procedura informatizzata accessibile dalla pagina web del sito istituzionale della Regione a partire dalle ore 10 di lunedì 9 luglio e fino alle ore 12 di giovedì 2 agosto. Saranno ammessi a valutazione i progetti, le manifestazioni e le iniziative che favoriscono la promozione turistica del Friuli Venezia Giulia, il cui periodo di svolgimento è compreso tra l'11 gennaio 2018 e il 15 marzo 2019, sempreché non siano già stati oggetto di finanziamento con il precedente bando per la medesima linea contributiva, la cui graduatoria è stata approvata con decreto del 29 marzo scorso.