20 settembre 2018
Aggiornato 02:30

Progetto Fvg-Mit: rafforzato il legame con l'istituto di Boston

L'obiettivo è la promozione del sistema scientifico nonché il sostegno all'istruzione, alla formazione professionale e al rafforzamento delle relazioni con gli Stati Uniti
Progetto Fvg-Mit: rafforzato il legame con l'istituto di Boston
Progetto Fvg-Mit: rafforzato il legame con l'istituto di Boston (Regine Fvg)

TRIESTE - Il progetto Fvg-Mit, approvato oggi dalla Giunta regionale su proposta del governatore Massimiliano Fedriga, «vuole essere un incubatore nel settore della ricerca per valorizzare le migliori realtà del Friuli Venezia Giulia e facilitare il loro inserimento in una rete di eccellenza globale». Con un finanziamento di 150 mila euro, si dà il via al secondo dei tre anni di accordo con il Massachusetts Institute of Technology (Mit) di Boston, mirando a costruire e rafforzare una serie di interscambi e collaborazioni virtuose tra le Università di Trieste e Udine, la Sissa e il Mit.

«Con il testimone di Esof 2020, l'EuroScience open forum, che Trieste riceverà sabato da Tolosa - evidenzia Fedriga - si avvia di fatto una fase estremamente vivace per l'innovazione e la ricerca e, in questo contesto, si inserisce alla perfezione lo sviluppo di rapporti concreti e operativi con l'istituto americano». «La nostra Regione - aggiunge il governatore - punta sulla mobilità della conoscenza, tema già oggetto della candidatura di Trieste all'Expo 2008, e mette a disposizione di tutti gli interlocutori statunitensi il suo articolato sistema scientifico per lo scambio di know-how e il trasferimento tecnologico alle imprese».

L'obiettivo del programma Fvg-Mit è la promozione del sistema scientifico nonché il sostegno all'istruzione, alla formazione professionale e al rafforzamento delle relazioni con gli Stati Uniti. Le attività congiunte saranno dirette al trasferimento tecnologico in modo da creare sempre più un circolo efficace fra università, ricerca e innovazione al servizio di imprese e territorio.