15 dicembre 2018
Aggiornato 11:00

Scoccimarro, inaugurata la strada di accesso all'Isola della Cona

Taglio del nastro per la strada golenale di due chilometri che corre lungo l'argine sinistro del fiume Isonzo fino al centro visite
Fabio Scoccimarro, assessore regionale all'Ambiente ed Energia e il sindaco di Staranzano Riccardo Marchesan, durante l'inaugurazione della strada golenale di accesso alla Riserva naturale regionale dell'Isola della Cona
Fabio Scoccimarro, assessore regionale all'Ambiente ed Energia e il sindaco di Staranzano Riccardo Marchesan, durante l'inaugurazione della strada golenale di accesso alla Riserva naturale regionale dell'Isola della Cona (ARC Alessandra Cechet)

GORIZIA - Taglio del nastro per la strada golenale di accesso alla Riserva naturale regionale dell'Isola della Cona. Il tratto di 2 chilometri, che corre lungo l'argine sinistro del fiume Isonzo fino al centro visite, è stato  interessato da lavori, conclusi nei giorni scorsi, per una spesa di 613.500 euro finanziata dalla Regione. E' stato applicato sul manto stradale un impasto speciale, utilizzato appositamente per le zone naturalistiche, resistente all'acqua e all'usura. Questa soluzione, unitamente all'innalzamento dell'argine di circa 70 centimetri, scongiura situazioni di isolamento della struttura dovuta ad allagamenti, alla formazione di profonde pozzanghere e buche sul terreno. Sono state anche ricavate alcune piazzole per le corriere.

All'inaugurazione sono intervenuti l'assessore regionale all'Ambiente ed Energia, Fabio Scoccimarro, il sindaco di Staranzano, Riccardo Marchesan, e Sara Vito, assessore nella precedente legislatura. "Ringrazio chi mi ha preceduto per aver autorizzato questi lavori", ha sottolineato Scoccimarro, precisando che "quando si arriva in un'oasi naturalistica il biglietto da visita è importante e questa arteria appena ristrutturata è finalmente all'altezza di quella che è una delle riserve tra le più importanti d'Italia. Il mio impegno sarà valorizzarla ancora di più".

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Marchesan, che ha ringraziato tutti coloro si sono spesi per la realizzazione della "semplice ma importante opera che va a beneficio di tutti i comuni che insistono sulla riserva (Staranzano, Grado, Fiumicello e San Canzian d'Isonzo) e dei cittadini. Ora punteremo anche ai collegamenti ciclabili che stanno riscontrando sempre maggiore interesse".