19 dicembre 2018
Aggiornato 08:00

Vigili del fuoco, Rojc a Salvini: «Urgente reintegrare l'organico in Fvg»

Interrogazione urgente della senatrice, che mette in evidenza come Trieste resterà scoperta senza nuovi invii di personale
Vigili del fuoco, Rojc a Salvini: «Urgente reintegrare l'organico in Fvg»
Vigili del fuoco, Rojc a Salvini: «Urgente reintegrare l'organico in Fvg» (Diario)

TRIESTE - «Zero a Trieste, 7 a Udine, 10 a Gorizia, 23 a Pordenone: questo il rapido e assolutamente insufficiente conto dei rinforzi attesi dai Comandi provinciali dei Vigili del fuoco di tre province della nostra regione, che è sotto organico di oltre cento unità. Il Ministro dell'interno intervenga per riportare l’organico dei Vvf all’altezza delle necessità del Friuli Venezia Giulia». E’ quanto in sintesi ha chiesto, attraverso una interrogazione urgente al ministro dell’Interno Salvini, la senatrice del Pd Tatjana Rojc. «Secondo una circolare del ministero dell’Interno il 7 agosto prossimo – scrive Rojc a Salvini - dopo aver terminato il corso di formazione nelle scuole centrali antincendio, 40 neo assunti Vigili del fuoco saranno assegnati alle province di Udine, Gorizia e Pordenone. Un contingente nettamente insufficiente, così come ricordato anche dalle organizzazione sindacali che hanno a più riprese evidenziato che quasi tutte le province del Fvg risultano essere sotto organico».

Dunque, continua Rojc «bisogna rinforzare l'organico, anche per garantire, soprattutto nel periodo estivo caratterizzato da numerose presenze di turisti, un presidio capillare lungo il litorale friulano. E, in particolare, Salvini dovrebbe intervenire immediatamente per sostenere, mediante l’assegnazione di ulteriori unità di personale permanente, il comando provinciale di Udine che è sotto organico di circa 40 unità, così da evitare la continua chiusura del distaccamento di Cividale del Friuli. Indifferibile – ha aggiunto la senatrice - anche la trasformazione del distaccamento di Latisana da volontario a permanente, che è stata già richiesta dall'allora presidente Debora Serracchiani al Ministro dell'Interno e recentemente è stata nuovamente rappresentata sia da Amministratori locali che da esponenti sindacali».

Al Ministro è stata inoltre segnalata la necessità di «porre rimedio alle notevoli carenze del Comando di Trieste, che è pari al -28,6% per gli specialisti, i sommozzatori, che sono una componente molto importante per il soccorso e che svolgono un servizio a carattere regionale e interregionale, visto che un turno di servizio copre anche la regione Veneto». Rojc ha ricordato infine al ministro Salvini che «lo stesso governatore della Regione Fvg, Massimiliano Fedriga, incontrando recentemente a Trieste il direttore del Comando regionale dei Vigili del fuoco ha evidenziato l’opportunità di superare la carenza di organico rispetto alle necessità del territorio. Prendiamo per buone le parole di Fedriga - conclude Rojc – e aspettiamo si passi finalmente dalle enunciazioni ai fatti concreti».