25 settembre 2018
Aggiornato 19:00

Sos caldo per 10 città bollino rosso: anche a Trieste

L’instabilità, però, si sposta a Nord
Sos caldo per 10 città bollino rosso: anche a Trieste
Sos caldo per 10 città bollino rosso: anche a Trieste (AdobeStock | Minerva Studio)

TRIESTE - Non dà tregua il caldo in dieci città italiane. Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Genova, Milano, Perugia, Trieste, Venezia e Verona domani e mercoledì saranno contrassegnate con il 'bollino rosso' del ministero della Salute, che indica il massimo livello di rischio da ondate di calore per tutti i cittadini, non solo quindi le fasce a rischio.

BOLLINO ARANCIONE - E a queste dieci città si aggiungerà l'8 agosto Roma, che il 6 e 7 agosto è invece contrassegnata con il 'bollino arancione', che indica condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute nei sottogruppi di popolazione più suscettibili. Le previsioni per i prossimi giorni, affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo, sono per la persistenza del caldo e dell'afa specialmente nel Centro-Sud, dove rimarrà il disagio anche durante le ore notturne. A differenza degli ultimi giorni, alcuni temporali tenderanno a formarsi soprattutto sulle regioni settentrionali. Al Sud e sulle Isole, invece, nella seconda parte della settimana il tempo diverrà più stabile".

CALDO - Nel dettaglio, anche domani prevarranno il sole e molto caldo in gran parte del Paese. Qualche temporale isolato, specie nelle ore pomeridiane, è previsto su Sardegna, Umbria, zone interne di Lazio e Toscana, Alpi. Fra il tardo pomeriggio e la serata saranno possibili temporali anche in pianura su Piemonte e ovest Lombardia. Anche mercoledì sarà una giornata tipicamente estiva. Da segnalare solo qualche temporale isolato al Centro, specie sulle zone interne, in Sardegna, sull'Emilia Romagna e lungo le Alpi. Anche nella seconda parte della settimana il clima continuerà a essere molto caldo in tutta Italia, in particolare al Centro-Sud. Al Nord il caldo si attenuerà a partire da venerdì, grazie a una perturbazione a carattere di fronte freddo che lambirà le Alpi.