18 agosto 2018
Aggiornato 21:30

Anziani insultati e minacciati: due assistenti socio-assistenziali in manette

I responsabili sono stati posti agli arresti nelle loro abitazioni a disposizione dell’autorità giudiziaria
Anziani insultati e minacciati: due assistenti socio-assistenziali in manette
Anziani insultati e minacciati: due assistenti socio-assistenziali in manette (Guardia di Finanza)

TRIESTE - Insulti, minacce e strattoni. Ancora una volta vittime delle persone anziane, accolte in una casa di riposo. Dopo lunghe e delicate indagini sono due le misure di custodia cautelare (agli arresti domiciliari) a cui ha dato esecuzione la Guardia di finanza Trieste. In manette degli assistenti socio-assistenziali accusati di maltrattare gli anziani ospiti della struttura polifunzionale e gestita da privati. 

LE PROVE - I provvedimenti sono stati disposti dal Tribunale di Trieste al termine di accurate e delicate indagini svolte anche con l’ausilio di attività tecnica nei locali della casa di riposo: in questo modo sono stati rilevati diversi spiacevoli episodi di prepotenze (insulti, minacce e strattoni) nei confronti di persone anziane e malate, che hanno avuto come protagonisti i due arrestati, un uomo e una donna, dimostratisi incuranti dello stato di fragilità e solitudine delle loro vittime. 

I DOMICILIARI - I responsabili sono stati posti agli arresti nelle loro abitazioni a disposizione dell’autorità giudiziaria, la quale ha ritenuto necessario adottare tale misura restrittiva per evitare che i due potessero reiterare i loro comportamenti nei confronti di quelle persone di cui avrebbero dovuto prendersi cura.