24 settembre 2018
Aggiornato 13:30

Marco Landi apre la rassegna 'Incontri con l’Autore'

Imprenditore e già ceo Apple, presenterà il suo ultimo libro 'Da Chianciano a Cupertino. Biografia di un manager italiano ai vertici della Apple'
Marco Landi apre la rassegna 'Incontri con l’Autore'
Marco Landi apre la rassegna 'Incontri con l’Autore' (YouTube)

TRIESTE - Mercoledì 5 settembre alle 17.30, nell’auditorium del Museo Revoltella in via Armando Diaz 27, si terrà il primo degli appuntamenti del ciclo 'Incontri con l’Autore' organizzati dalla Diocesi di Trieste, attraverso la Cattedra di San Giusto, in collaborazione con il Club della Repubblica e il Comune di Trieste. Marco Landi, imprenditore e già chief operating officer della Apple, presenterà il suo ultimo libro, 'Da Chianciano a Cupertino. Biografia di un manager italiano ai vertici della Apple' (ed. Autori d'impresa, 2018). L’incontro sarà introdotto da un intervento musicale a cura del professor Ennio Guerrato (chitarra) e della professoressa Aurora Roiaz (arpa).

Marco Landi è nato a Chianciano, in Toscana, che decise di lasciare diversi anni fa per trovare la sua strada professionale. «Un giovane toscano partiva dal suo paesino con in mano solo una valigia contenente i valori che gli aveva trasmesso la famiglia». Così si descrive e si rivede Landi in quel momento della sua vita che lo ha portato fino a Cupertino, per entrare nel 1993 in Apple ed essere, tra il 1996 e il 1997, il ceo. Al suo arrivo, Steve Jobs non c’era e aveva fondato Next ma fu Marco Landi, assieme a tutti gli altri dirigenti, a volerlo di nuovo in squadra. Ebbe anche la fortuna di conoscere Guy Kawasaki, il più noto evangelist a livello mondiale e il primo di Apple. Marco Landi è, poi, tornato in Italia, per dedicarsi ad aiutare giovani che, con le loro idee d’impresa, vogliono sfondare in un contesto difficile, di cui tutti enfatizzano la creatività e l’ingegnosità come caratteri distintivi ma in cui, «se vuoi cercare un po’ di soldi per crescere e non hai un buon network, è molto difficile sopravvivere», dice.

Un italiano eccellente, che aveva cominciato giovanissimo vendendo scarpe nel suo paese natale, Chianciano, in Toscana. Questa è la storia della sua vita, scritta da lui.