25 settembre 2018
Aggiornato 01:30

Crollo del ponte di Genova: Federico Cerne è tornato a Trieste

Trasportato in elicottero al Maggiore, è stato accolto dal vicegovernatore Riccardi. Ora si attende anche Rita Giancristofaro
Crollo del ponte di Genova: Federico Cerne è tornato a Trieste
Crollo del ponte di Genova: Federico Cerne è tornato a Trieste (RFvg)

TRIESTE - «Questa notte ho accolto all'Ospedale Maggiore di Trieste Federico Cerne, che ho trovato in buone condizioni e, quanto prima, spero di poter salutare anche Rita Giancristofaro». Lo afferma il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, in relazione ai due triestini rimasti coinvolti lo scorso 14 agosto nel crollo del Ponte Morandi a Genova.

«Voglio ringraziare - aggiunge Riccardi - tutti quelli che hanno contribuito a rendere possibile questo rientro, dai professionisti della sanità, all'elisoccorso, alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia. II coordinamento dell'operazione è stato possibile anche per i costanti contatti tenuti dal giorno del crollo con l'assessore alla Salute della Liguria, Sonia Viale, che ringrazio per la collaborazione». Federico Cerne e Rita Giancristofaro stavano attraversando il Ponte Morandi al momento del crollo, lo scorso 14 agosto, mentre erano diretti all'Acquario di Genova. Nella caduta, Cerne ha riportato numerose fratture mentre la compagna, Rita Giancristofaro, ha subito lesioni più gravi ed è ancora ricoverata in ortopedia all'Ospedale Galliera di Genova.

"Il maltempo dei giorni scorsi ci aveva costretti a rimandare il rientro di Federico in regione - ha aggiunto il vicegovernatore - ma, appena stabilizzatosi il meteo, con un volo notturno abbiamo potuto procedere al trasferimento e, per questo, devo ringraziare i piloti e gli addetti dell'elisoccorso e i volontari della Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia che hanno contribuito al trasporto in totale sicurezza».