17 novembre 2018
Aggiornato 22:30

Cibo e territorio, Gusti di Frontiera ospita al "Salotto del Gusto"

La rassegna di incontri ed eventi promossa con il supporto dell'Ersa all'interno di Gusti di Frontiera, la cui 15esima edizione si aprirà a Gorizia il prossimo 27 settembre.
Assessore regionale alle Risorse agroalimentari Stefano Zannier, durante la presentazione di "Salotto del Gusto" per "Gusti di Frontiera"
Assessore regionale alle Risorse agroalimentari Stefano Zannier, durante la presentazione di "Salotto del Gusto" per "Gusti di Frontiera" (Regione Friuli-Venezia Giulia)

GORIZIA - «L'enogastronomia è elemento trainante per il turismo del Friuli Venezia Giulia e grandi manifestazioni come Gusti di Frontiera danno il giusto rilievo a produzioni di qualità elevata, offrendo una vetrina che serve allo sviluppo del nostro settore primario».

SALOTTO DEL GUSTO - Lo ha affermato l'assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Stefano Zannier, intervenendo alla presentazione del Salotto del Gusto, la rassegna di incontri ed eventi promossa con il supporto dell'Ersa (Agenzia regionale per lo sviluppo rurale) all'interno di Gusti di Frontiera, la cui 15esima edizione si aprirà a Gorizia il prossimo 27 settembre.

TURISMO E AGRICOLTURA - «La valorizzazione di prodotti di eccellenza e quindi la sua promozione nel contesto complessivo dell'offerta Friuli Venezia Giulia - ha rilevato Zannier - sono la premessa per una svolta complessiva che riguarda la sostenibilità del comparto agricolo, perché proprio il turismo può garantire all'economia di questo comparto margini importanti».

EVENTO AL CHIOSTRO - Le caratteristiche del Salotto del Gusto, ricco di dibattiti, laboratori e cooking show che animeranno il giardino del chiostro di Sant'Antonio, sono state illustrate nel municipio del capoluogo isontino dal sindaco Rodolfo Ziberna insieme all'assessore ai Grandi Eventi, Arianna Bellan, e al presidente del Consorzio di tutela vini Collio, Robert Princic.

PRESENTI AL 'SALOTTO' - Grappe, vini, birre, cocktail dell'orto, carne pezzata e soprattutto il rinomato strucolo in straza, crogiuolo della cultura culinaria italiana, austriaca, slovena e ungherese: sono alcuni dei temi del Salotto del Gusto in cui si parlerà dei grigliatori di Gorizia impegnati in una competizione mondiale nel Tennesse, ma anche di formaggi dell'Antica Contea di Gorizia e si declinerà il tema dei cambiamenti climatici e della biodiversità in relazione all'agroalimentare.

OSPITI ATTESI - Tra gli ospiti il re de cioccolato Ernst Knam, gli chef e giudici gastronomici Giuliano Baldessari e Diego Bongiovanni e Cristina Bowerman, madrina di Gusti di Frontiera.

UN PREMIO E DUE LIBRI - Nel corso dell'evento è in programma anche la consegna del premio dedicato a Ettore Romoli. In occasione del Salotto del Gusto, Ersa presenterà due pubblicazioni: "Dal latte alla tavola" e "Salvia e Rosmarino: alimentazione tradizionale in Friuli".

«Gusti di Frontiera - ha evidenziato Zannier - si presenta con un calendario fitto e con proposte differenziate che seguono però una logica e veicolano un'immagine di organizzazione e di qualità. La manifestazione goriziana - ha concluso l'assessore - contribuisce a restituire l'idea di un territorio splendido, il Friuli Venezia Giulia, unico nel fornire in una regione molto piccola una qualità infinita di sfumature anche sotto il profilo enogastronomico».