9 dicembre 2018
Aggiornato 20:00

Monfalcone, al Caffè Carducci si celebrano le arti e si dialoga di futuro

È Clara Giangaspero l'organizzatrice dell'incontro "Cultura, condivisione e sviluppo": un momento di riflessione e dibattito sull'attuale scenario culturale in regione e il lancio di tre nuovi progetti dal vivo: "4 X 8 (4 volte 8)", "Ferrage Mondo Balordo" e "Facile"
Giovanni Maier, Maier Quintet
Giovanni Maier, Maier Quintet (Luca A. d'Agostino - Phocus Agency)

MONFALCONE - Sabato 8 settembre, alle 18, al Caffè Carducci di Monfalcone si celebrano le arti e si dialoga di futuro. "La cultura come condivisione di esperienza e come cardine di sviluppo che guarda al futuro": così Clara Giangaspero - professionista della comunicazione culturale attiva su diversi versanti, tra musica, arte, poesia, cinema e letteratura - festeggia i 15 anni di attività e propone una dibattito sull'odierno scenario culturale. All'incontro è previsto l'intervento di diversi esponenti del mondo dello spettacolo, dell'arte e della comunicazione (direttori artistici, giornalisti, operatori culturali, artisti) che da decenni lavorano in Friuli Venezia Giulia: scopo della serata è dare vita a un breve scambio collettivo e spontaneo di idee e di riflessioni sull'attuale situazione e sui possibili sviluppi delle attività culturali in regione.

LA SERATA - La serata prosegue poi con la presentazione di tre progetti che sono in fase di sviluppo in questi mesi. Si tratta di progetti che si esplicano in diversi settori e che hanno in comune alcune caratteristiche: la grande qualità, la profonda umanità e, tra i tanti aspetti, la musica, declinata in tutte le sue forme, e la cura estrema della parola, alleato essenziale di chi fa camminare 'a braccetto' la comunicazione e gli eventi culturali. 

OSPITI E ARTISTI - Primo ospite sarà il progetto '4 X 8 (4 VOLTE 8)', complessa e toccante operazione dell'Associazione Nuovo Corso di Monfalcone. Giovanni Maier improvviserà al contrabbasso sulle parole recitate da Luisa Vermiglio: al centro della performance, tra jazz e letteratura, sono la storia ferita e la grande umanità del nostro estremo Nordest. A seguire sarà 'Ferrage Mondo Balordo' a presentarsi. Si tratta della storia di un bizzarro e visionario robot che si stupisce alle meraviglie del mondo e si confronta, tra poesia e disincanto, con le emozioni. A condurre il racconto live sulla strana creatura saranno alcune letture intrecciate al disegno dal vivo per mano dell'artista friulano Massimiliano Gosparini. Musica e ancora parola per 'Facileopera prima della cantautrice goriziana Paola Rossato, già finalista al Premio Tenco. Una lettura sfaccettata del quotidiano, simbolica di una complessa ed empatica visione del mondo, oscilla - nella musica strepitosamente arrangiata e nei testi - tra ironia, lucidità e affetto. L'ingresso è libero.