17 novembre 2018
Aggiornato 16:00

Trieste e Lubiana di nuovo uniti: tramite rotaie

Il servizio transfrontaliero, in partenza da domenica 9 settembre, nasce dalla collaborazione tra Friuli-Venezia Giulia e Slovenia e verrà inaugurato alla stazione Centrale di Trieste domenica mattina alle 8.30
Stazione Centrale
Stazione Centrale (Regione Friuli-Venezia Giulia)

TRIESTE - Dal prossimo 9 settembre si potrà nuovamente viaggiare in treno tra Udine, Trieste e Lubiana. Il nuovo servizio ferroviario transfrontaliero, nato da una positiva collaborazione tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia, sarà ufficialmente inaugurato e presentato nella Stazione Centrale di Trieste con una cerimonia in programma domenica mattina, a partire dalle 8.30, in occasione dell'arrivo, e della successiva partenza, del primo convoglio da e per la capitale della vicina Repubblica.

PERSONALITA' ATTESE - Al taglio del nastro saranno presenti Violeta Bulc, commissaria europea ai Trasporti, Peter Gaspersic, ministro alle Infrastrutture della Repubblica di Slovenia, Armando Siri, sottosegretario per le Infrastrutture e i Trasporti, Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia, insieme all'assessore regionale a Infrastrutture e Territorio, Graziano Pizzimenti, e il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza.

INFORMAZIONI - I dettagli del nuovo servizio ferroviario saranno resi noti da Bostjan Koren, direttore divisione passeggeri di Slovenske zelenice, la compagnia ferroviaria statale della Slovenia, e da Elisa Nannetti, responsabile della divisione passeggeri regionale di Trenitalia.

PER AVVICINARE I TERRITORI - «L'obiettivo è che questi nuovi servizi ferroviari, che danno corpo al nuovo significato della mobilità ferroviaria, quella transfrontaliera, contribuiscano ad avvicinare i nostri territori, valorizzandoli e favorendo lo sviluppo delle comunità», sottolinea Fedriga, evidenziando la diretta relazione assicurata non solo tra il capoluogo regionale e Udine con Lubiana ma anche con altri centri importanti delle due realtà, con una significativa valenza per le attività produttive e turistiche. Un aspetto, quello turistico, che per Fedriga è accentuato «anche in riferimento alla mobilità ciclabile», grazie al fatto che i treni sono attrezzati per il trasporto di 30 posti bici.

I COLLEGAMENTI - Sono due i collegamenti giornalieri previsti lungo l'intero arco della settimana, di cui uno sulla direttrice Udine-Trieste-Lubiana (con sosta anche a Trieste Airport) ed un altro nella sola tratta tra il capoluogo regionale e la capitale. Più nel dettaglio da Trieste per Lubiana si parte il mattino alle 9.01 e la sera alle 19.09. Da Udine per la capitale slovena partenza prevista alle 17.54. Le partenze da Lubiana sono previste alle 5.57, con destinazione Trieste centrale e Udine, e alle 16.10, con stazione di arrivo Trieste centrale.

PROGETTO CROSSMOBY - Il nuovo collegamento ferroviario è inserito nel progetto strategico CrossMoby, nell'ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Interreg Italia-Slovenia, programma coordinato proprio dalla Regione Friuli Venezia Giulia in veste di autorità di gestione e che garantisce il cofinanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr).