24 settembre 2018
Aggiornato 13:30

Trieste: al via la riqualificazione di piazza Libertà

L’intervento prevede il miglioramento della percorribilità veicolare e pedonale anche in funzione della prossima attivazione dell’apertura alla città del Porto Vecchio
Trieste: al via la riqualificazione di piazza Libertà
Trieste: al via la riqualificazione di piazza Libertà (Adobe Stock)

TRIESTE - Un nuovo tassello si aggiunge alla riqualificazione del centro storico della città delineato con la riqualificazione di piazza Libertà che si inserisce nel Programma Innovativo in Ambito Urbano ‘Riqualificazione Trieste Nord’ e successivamente coordinato con il Programma di Riqualificazione Urbana per ‘Area strategica del Borgo Teresiano e del Borgo Giuseppino’. È stata così avviata l’attuazione della riqualificazione della piazza Libertà, che prevede il miglioramento della percorribilità veicolare e pedonale anche in funzione della prossima attivazione della riqualificazione e apertura alla città del Porto Vecchio. La consegna dell'area di cantiere è avvenuta lunedì 10 settembre e nei prossimi giorni inizieranno le fasi di accantieramento e tracciamento, propedeutiche all'effettivo inizio dei lavori della prossima settimana.

IL PROGETTO  - redatto per il Comune dal Raggruppamento temporaneo costituito da ing. Klaus Plattner – Baubüro Bolzano, arch. Luciano Lazzari e Paolo Zelco – Trieste, arch. Fabio Zlatich – Trieste, arch. Stanislao Fierro - Bolzano, che con AcegasApsAmga S.p.A. ed Hera Luce S.r.l. per la progettazione, realizzazione e complemento dei servizi a rete, degli impianti semaforici e dell'illuminazione pubblica - prevede il riordino di alcuni marciapiedi per migliorare le connessioni pedonali, ma anche ciclabili, tra la città e il polo d'interscambio formato dalla Stazione Centrale dei treni, oltre alla Stazione delle autocorriere e ai capolinea di numerose linee del trasporto pubblico locale che verranno riorganizzate e concentrate in alcuni punti della piazza, tra cui l'area davanti all'ex Silos che accoglierà la maggior parte di capolinea e fermate.

L'INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE interesserà anche il sottopasso pedonale, inoltre saranno realizzati alcuni attraversamenti semaforizzati a raso in modo da garantire l'accessibilità anche alle persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale. L'intera area sarà 'più verde' con la piantumazione di nuovi 16 alberi. Nuovi anche gli impianti semaforici per regolare i flussi veicolari che subiranno una trasformazione in modo da garantire l'accesso in entrata/uscita alla città, ma anche l'accesso al Porto Vecchio da Largo Santos. «In due anni di amministrazione Dipiazza - commenta l'assessore ai lavori Pubblici Elisa Lodi - abbiamo avviato un intenso e complesso iter di riqualificazione, ammodernamento della città al fine di migliorarne la fruibilità sia ai cittadini sia ai turisti il cui trend è in continua crescita. Molti cantieri sia per la manutenzione ordinaria di strade, marciapiedi e viabilità nel suo complesso sono già partiti e altri partiranno nelle prossime settimane».

L'APPALTO per la realizzazione dei lavori è stato affidato al raggruppamento d’imprese Mari & Mazzaroli S.p.A. (Capogruppo), Rosso S.r.l. ed Ennio Riccesi Holding S.r.l. di Trieste che hanno offerto in sede di gara l'importo di 2.382.046,12 Euro, compresi gli oneri della sicurezza e al netto dell'iva, con una riduzione a 294 giorni naturali e consecutivi del tempo contrattuale dei lavori che verranno eseguiti in 13 fasi successive senza interrompere il traffico. L'importo complessivo del progetto è di Euro: 4.936.969,96.