9 dicembre 2018
Aggiornato 20:00

Stadio Rocco pronto per la prima di campionato della Triestina

A giugno tra i migliori impianti d'Italia. Il punto della situazione dell'assessore allo sport, Giorgio Rossi, che indica le soluzioni previste anche per i campi di allenamento
Lo stadio Rocco a lavori appena iniziati
Lo stadio Rocco a lavori appena iniziati (Comune di Trieste)

TRIESTE«Lo stadio Rocco è un gioiello che, ultimati tutti gli interventi, risplenderà al massimo per gli Europei Under 21 del 2019, ma che già nella serata di martedì 18 settembre sarà pronto ad accogliere la prima partita casalinga dell'Unione Triestina Calcio 1918 contro la Vis Pesaro (inizio alle 20.30)». La conferma dall'assessore allo Sport, Giorgio Rossi, che ha presentato un articolato e dettagliato punto della situazione sui lavori realizzati, con un investimento, da parte del Comune di Trieste, che alla fine supererà i 6 milioni di euro e che proietta il Rocco tra i 5/6 migliori impianti di livello nazionale (oltre che per la copertura del complesso, soprattutto per i servizi tecnologici di alto livello) e in grado di accogliere incontri di livello internazionale.

GLI INTERVENTI «È stato un intervento impegnativo, realizzato in tre mesi - ha detto Rossi - un lavoro che nel nostro Paese non si riesce a fare in un anno e che ha ottenuto l'apprezzamento della Figc e dell'Uefa, ma soprattutto di un imprenditore come Mario Biasin, che ha particolarmente apprezzato la qualità dell'intervento e le tempistiche realizzative». Entrando nel dettaglio, è stato rifatto completamente il terreno di gioco in erba naturale, con un sistema di drenaggio di ultima generazione e con un impianto d'irrigazione. Rinnovati completamente tutte le sedute dello stadio (passando a 21 posti a sedere con il massimo confort). Riqualificati tecnologicamente i sistemi di controllo di accesso (28 tonelli), istallati speciali impianti wi fi in sala stampa, sala giornalisti e fotografi, tribune d'onore e stampa. Portati a termine i lavori di nuova compartimentazione anti-incendio, con l'istallazione di porte Rei e altri impianti richiesti dalla normativa, mentre sono attualmente in corso opere di rifinitura (per migliorare gli accessi ai vari settori dello stadio e per la sala stampa).

ENTRO GIUGNO - Sono in fase di appalto, e saranno ultimati entro giugno, con l'avvio degli Europei Under 21, i lavori di spostamento delle panchine (con arretramento delle stesse dal terreno di gioco e nuovo posizionamento sulle prime gradinate della tribuna ovest per dare maggiore visibilità); gli interventi per l'abbattimento delle attuali barriere tra il pubblico e il campo di gioco (con l'abbassamento del sistema di protezione e l' eliminazione delle recinzioni grigliate) e la contemporanea installazione di un sistema di telecamere (con annessi impianti tecnologici per consentire le riprese televisive e l'individuazione immediata da parte del Gruppo Operativo Speciale di atti vandalici o delinquenziali da parte dei tifosi, in ogni ordine, grado e settore dello stadio; e ancora lavori interventi di manutenzione ordinaria e sistemazione esterna (parcheggi e spazi comuni) dello stadio e la  posa di ulteriori seggiolini (3-4 mila). Infine è stato richiesto alla Figc un contributo per consentire l'istallazione al Rocco anche di un maxi schermo. L'assessore Giorgio Rossi ha inoltre ribadito che si sta operando con la Triestina per risolvere il problema dei campi di allenamento con due soluzioni in vista per Grezar e Ponziana.