15 novembre 2018
Aggiornato 02:30

Il "Treno della Grande Guerra": viaggio lungo il confine

Vuole essere non solo un'occasione di rievocazione storica ma anche di conoscenza/riscoperta dei territori di confine tra Regno d'Italia ed Impero Austro-Ungarico
Il "Treno della Grande Guerra": viaggio lungo il confine
Il "Treno della Grande Guerra": viaggio lungo il confine (Fondazione Fs Italiane)

FVG - Domenica 23 settembre, nell’ambito del programma dei treni storici 2018 promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dalla Fondazione FS, partirà da Trieste 'Il treno della Grande Guerra: viaggio lungo il confine'. «È un treno - dice l’Assessore Pizzimenti - che la Regione ha inteso inserire nella programmazione dei treni con materiale storico per il 2018 (attuata a partire dal mese di maggio con positivi riscontri da parte dei viaggiatori e dei territori interessati), nel contesto delle celebrazioni per il Centenario del Primo Conflitto Mondiale. Il treno vuole essere non solo un'occasione di rievocazione storica ma anche di conoscenza/riscoperta dei territori di confine tra Regno d'Italia ed Impero Austro-Ungarico prima della Grande Guerra».

LE TAPPE E LE ATTIVITÀ DEL VIAGGIO - L’organizzazione delle attività correlate al passaggio del treno, vede direttamente impegnate anche le Amministrazioni comunali di Trieste, Cervignano del Friuli, Udine, Gorizia e Fogliano Redipuglia e la collaborazione di APT che assicurerà le navette di collegamento tra la Stazione di Gorizia ed il Castello. Alla partenza del treno da Trieste e nelle soste a Cervignano del Friuli, Udine, Gorizia (dove è prevista anche la sosta per il pranzo, e Redipuglia, i viaggiatori saranno accompagnati da spiegazioni e contestualizzazioni storiche curate dall'Associazione 'Isonzo' - Gruppo di Ricerca Storica di Gorizia, dalla la Pro Loco di Fogliano-Redipuglia, dall’Associazione Museo-Stazione Trieste Campo Marzio e dal Gruppo Storico Culturale 'I Grigioverdi del Carso'. «Desidero ringraziare - prosegue l’Assessore Pizzimenti - tutti quelli che stanno, con entusiasmo e impegno, partecipando alla definizione operativa delle tante attività correlate alla presenza del treno a vapore». «Il treno della Grande Guerra - alla cui realizzazione concorrono anche PromoTurismo FVG e Sentieri di Pace – conclude l’Assessore, consentirà ai partecipanti di vivere un’esperienza originale e di sicuro interesse, inaugurando un circuito ferroviario di grande valenza turistica che collega importanti Città e territori della Regione e che potrà trovare ulteriore valorizzazione nel corso della programmazione dei treni con materiale storico per l’anno 2019».

ORARI E COSTI - Tutte le iniziative, tranne quelle programmate a Gorizia, si svolgeranno nelle stazioni presso il binario di sosta del treno. Alle stazioni sarà presente una rappresentanza istituzionale delle Amministrazioni comunali. Si partirà dalla Stazione di Trieste Centrale (all’epoca dell’Impero Asburgico Trieste Stazione della Meridionale / Triest Sűdbahnhof) alle 10.05 per tornarvi alle 18.25. Nel dettaglio itinerario e orari saranno i seguenti: Trieste C.le 10.05 part; Monfalcone 10.43 part; Cervignano 11.06 arr. - 11.36 part; Palmanova 11.51 arr. - 12.00 part; Udine 12.28 arr.  - 12.43 part; Cormons 13.12 part; Gorizia 13.29 arr. - 16.45 part; Sagrado 17.03 part; Redipuglia 17.07 arr. - 17.35 part; Monfalcone 17.47 part; Trieste C.le 18.25 arr.
I biglietti del treno, dal costo per tutto il percorso, di 15 euro (7,5 euro per i ragazzi fino a 12 anni), sono acquistabili su tutta la rete di vendita di Trenitalia. Il convoglio è composto dalla locomotiva a vapore 728.022, da tre vagoni passeggeri degli Anni Trenta e da un bagagliaio.
La locomotiva 728.022, appartenente alla raccolta di rotabili del Museo Ferroviario di Trieste Campo Marzio, è l’unico esemplare funzionante di locomotiva di tipo ex austriaco presente in Italia.

Il "Treno della Grande Guerra": viaggio lungo il confine

Il "Treno della Grande Guerra": viaggio lungo il confine (© Fondazione Fs Italiane)