21 ottobre 2018
Aggiornato 16:30

Anche a Trieste arriva la Notte Europea dei Ricercatori

L’evento si chiamerà Sharper, uno dei progetti nazionali finanziati dalla Commissione Europea, e porterà nel cuore della città tantissimi ricercatori, con un ricco programma di appuntamenti per il pubblico di tutte le età
Anche a Trieste arriva la Notte Europea dei Ricercatori
Anche a Trieste arriva la Notte Europea dei Ricercatori (Massimo Goina)

TRIESTE - Trieste fa parte di quelle 300 città europee che venerdì 28 settembre 2018 organizzano la Notte Euopea dei Ricercatori, l’evento promosso dalla Commissione Europea con l'obiettivo di favorire l'incontro, e soprattutto alimentare il dialogo, tra cittadini e ricercatori. A Trieste la Notte dei Ricercatori si chiama Sharper: ‘SHAring Researchers’ Passions for Evidences and Resilience’: è ricchissimo il programma di attività organizzato dagli Enti del Protocollo d'Intesa ‘Trieste Città della Conoscenza’, promosso dal Comune di Trieste, che con la collaborazione di tante realtà scientifiche e culturali dalle 16 alle 23 porterà in piazza Unità d'Italia e dintorni prima di tutto i ricercatori. Sono loro infatti i protagonisti dell'evento: in modi diversi e originali condivideranno con i cittadini il loro lavoro e la loro passione per le piccole e grandi sfide che affrontano ogni giorno.

SHARPER - La European Researchers' Night torna ad animare Trieste dopo 5 anni di assenza: l'Immaginario Scientifico è infatti firmatario di Sharper​​​​​​​, uno dei progetti italiani sostenuti dalla Commissione Europea per la realizzazione della Notte. Sharper è coordinato da Psiquadro Perugia, e coinvolge 12 città italiane (Ancona, Cagliari, Caserta, Catania, L’Aquila, Macerata, Napoli, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia e Trieste) in 8 regioni, dal Nord al Sud dello stivale, isole comprese. In tutta Europa sono 55 i progetti finanziati per la Notte dei Ricercatori del 2018 e 2019, di cui 9 italiani (su 14 presentati dal nostro paese): cifre che danno all'Italia il più alto success rate in Europa. Sharper, con i 4.000 ricercatori, le oltre 600 iniziative e i 250 partner culturali nelle 12 città, ha l'obiettivo di coinvolgere tutti i cittadini nella scoperta del mestiere del ricercatore, e del ruolo che svolge nel costruire il futuro della società, attraverso strumenti ben precisi: l'indagine del mondo basata sui fatti e sulle osservazioni, e l'abilità di adattarsi e di interpretare contesti sociali e culturali sempre più complessi e in continua evoluzione.

SHARPER A TRIESTE - A Trieste Sharper coinvolge oltre 30 partner e più di 250 ricercatori, per 50 iniziative. Il programma prende il via già dal mattino, alle 9.00, con le attività dedicate alle scuole di ‘Aspettando la Notte’, realizzate insieme a Trieste Next: la Notte dei Ricercatori di Trieste si svolge infatti in contemporanea al primo giorno del festival della ricerca scientifica, che si terrà dal 28 al 30 settembre e che si concentrerà sul tema ‘NatureTECH: il sottile confine fra biologico e biotecnologico’. Fra incontri e laboratori, sono un centinaio le attività specificamente rivolte alle scuole, per un totale di quasi 2.000 posti già prenotati.

APPUNTAMENTI - A partire dalle 16 sarà fitto il calendario di appuntamenti, che si apriranno con l'inaugurazione di Sharper​​​​​​​ Trieste e proseguiranno fino a tarda sera: nella città conosciuta per il mare, la scienza e il caffè, i ricercatori saliranno a bordo del Delfino Verde, nella tratta Trieste-Muggia, per raccontare i segreti del golfo. Con un format del tutto inedito, l'appuntamento ‘Ricercatori al caffè’ prevede che ordinando il proprio caffè preferito, si potrà ascoltare un ricercatore che racconta uno stuzzicante argomento di scienza. Durante la serata ci sarà poi il lancio del ‘Manifesto della comunicazione non ostile per la scienza’: dopo aver affrontato le ‘Parole Ostili’ nell'ambito della pubblica amministrazione, della scuola e delle aziende, ora è il turno delle sfide principali della comunicazione scientifica, fra ‘i leoni da tastiera e gli scienziati dei like’.

SCENE DEL CRIMINE - Grande attesa anche per l'attività speciale ‘Scene del crimine’, dedicata agli appassionati di CSI e polizieschi, organizzata dal Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica di Trieste (coadiuvato dal Gabinetto Interregionale di Padova) e AMPED, azienda nata in Area Science Park, leader mondiale nello sviluppo di software per l’analisi forense di immagini e filmati: sarà un'occasione unica per improvvisarsi investigatori, ricostruire scene del crimine e analizzare reperti insieme agli esperti, scovando tracce biologiche e decifrando prove grazie a strumenti tecnologici all’avanguardia.

ESCAPE ROOM - Su questo tema ci sarà anche un'intrigante Escape Room, un laboratorio mobile allestito in un container, da cui cercare di uscire rispondendo a quesiti di biologia molecolare, fra combinazioni di numeri, formule chimiche, sequenze di lettere o amminoacidi.

STREET SCIENCE - Ricercatori provenienti da diversi ambiti e istituti si alterneranno nelle mini conferenze ‘di strada’ Street Science, per raccontare in pochi minuti le loro ricerche, con le difficoltà, gli ostacoli ma anche i successi e le soddisfazioni!

ARTE O SCIENZA? - Le attività di Sharper saranno caratterizzate da un approccio multidisciplinare e per questo rientrano nel programma ufficiale dell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale. Nella nostra città è previsto infatti un Tour fra i teatri conosciuti e sconosciuti della città, in un percorso che si incrocia con la storia del grande letterato James Joyce. La mostra ‘Arte o Scienza? Immagini dalla Ricerca’, con la premiazione dell'omonimo concorso, dimostra come il confine fra arte e scienza sia in fondo molto sottile. Su questo tema ci sarà anche un'installazione del  giovane artista Daniele Fabiani, selezionato da Artefatto, che traduce in ‘Di-segni di scienza’ gli stimoli che arrivano dal mondo della ricerca. Anche la musica trova spazio in un interessante incontro dedicato alla ‘Bellezza dei dati’ scientifici, con Marco Buongiorno Nardelli dalla University of North Texas, che racconterà al pubblico cos'è la sonificazione dei dati. Anche la scultura sonora ‘LIS-10’, che reagisce agli input sonori sia come organismo vivente autoregolato, sia come sistema interattivo, sarà dedicata al rapporto fra scienza e musica.

PAYWALL - Non può mancare a Trieste una mostra che racconta la storia scientifica della nostra città dal settecento ai giorni nostri, narrata attraverso le biografie dei suoi protagonisti. Nell'ambito della mostra ci sarà anche un incontro per capire com'è cambiato negli anni il mestiere di chi fa ricerca. Anche il documentario ‘Paywall’ racconta un aspetto imprescindibile della vita dei ricercatori, cioè il mondo delle pubblicazioni scientifiche: sarà un'occasione per fare il punto sul modo in cui funziona l'accesso ai risultati della ricerca e sui profitti degli editori. Per conoscere ancora meglio i ricercatori del sistema scientifico triestino infine, niente di meglio che scoprire cosa leggono, nell'appuntamento ‘Science Readers' Corner’... oppure incontrarli per appassionanti sfide su una gigantesca scacchiera!

CACCIA AL TESORO - La ricerca si trasforma in gioco con un'appassionante caccia al tesoro per le vie di Trieste, alla ricerca degli indizi sulle scoperte del telescopio spaziale per raggi gamma Fermi, e con un gioco dell'oca, dedicato alle scoperte della fisica delle particelle nel corso dell'ultimo secolo. Un labirinto virtuale permetterà invece di affrontare, attraverso il coding, il tema del diabete di tipo 1.

FAMELAB - SHARPER sarà una vera festa dei ricercatori con gli spettacoli in programma: dall'iniziativa teatrale ludico-didattica ‘ChemShow’ al meglio di ‘FameLab’, il talent-show della comunicazione scientifica, per poi finire con il ‘Science Concert 2.0’, spettacolo d'intrattenimento e divulgazione scientifica che alterna coinvolgenti brani musicali a divertenti curiosità sui misteri del mondo che ci circonda. Dalle 16 alle 23 invece, negli stand di Piazza Unità d'Italia e in altri luoghi nei dintorni si entrerà in contatto con i ricercatori dei tanti enti scientifici della nostra città, sperimentando, partecipando e dialogando con i ricercatori.

INFO - www.sharper-night.eu | www.immaginarioscientifico.it |