20 ottobre 2018
Aggiornato 21:00

Trieste, polizia locale: presentato il bilancio dell'attività estiva

Sul lungomare di Barcola ha operato con un ufficio mobile e con pattuglie impegnate su viabilità, rilievo di incidenti e pronto intervento, anche in orario anche notturno dalla 20 alle 2
Trieste, polizia locale: presentato il bilancio dell'attività estiva
Trieste, polizia locale: presentato il bilancio dell'attività estiva (Comune di Trieste)

TRIESTE - I significativi risultati ottenuti dall'attività svolta dalla polizia locale sul lungomare di Barcola e lungo la strada Costiera  durante la stagione estiva sono stati illustrati martedì 2 ottobre nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nella sala giunta del municipio, alla quale sono intervenuti il vicesindaco Paolo Polidori e il comandante della Polizia locale Walter Milocchi e la consigliera della III Circoscrizione Antonella Rinaldi

PRESENZA SUL TERRITORIO - Garantendo una presenza costante sul territorio, proprio per favorire la sicurezza e la sua percezione, la Polizia locale di Trieste - dal 10 giugno al 21 settembre, 7 giorni su 7 - sul lungomare di Barcola ha operato con un ufficio mobile e con pattuglie impegnate su viabilità, rilievo di incidenti e pronto intervento, anche in orario anche notturno dalla 20 alle 2.  Per quanto riguarda la lotta al degrado, tra le sanzioni rilevate, 17 riguardano il bivacco notturno, 4 il campeggio abusivo, 2 i daspo, 3 l'occupazione abusiva di suolo pubblico, 9 il commercio ambulante non autorizzato, 1 l'occupazione abusiva di area demaniale. E' stato sviluppato anche un controllo costante sulla «movida» della zona nonché un puntuale intervento di derattizzazione ai Topolini. Sul fronte della sicurezza stradale sono state elevate le seguenti sanzioni: 104 veicoli con revisione scaduta, 16 mezzi senza assicurazione, 4 superamenti del limite di velocità e 3 per guida senza cinture. 420 sono state inoltre le sanzioni per sosta su stalli riservati ai residenti di Barcola, 421 le sanzioni per sosta vietata sulla Strada Costiera e 774 per sosta vietata sul lungomare. Complessivamente sono stati rilevati anche 27 incidenti di cui 13 con feriti e 14 solo con danni materiali. Tra i risultati anche la sanzione di pochi giorni fa che il prelievo di acqua di mare senza concessione.

INTERVENTI - Questi interventi di sicurezza integrata a servizio dei cittadini sono stati possibili grazie alla positiva collaborazione intercorsa tra Polizia locale, Capitaneria di Porto,  Polizia di Stato, uffici tecnici comunali e il servizio dei bagnini che operano a Barcola durante l'estate -ha spiegato il vicesindaco Polidori- che ha messo in luce anche la notevole diminuzione delle violazioni  i bivacchi (passati dai 30 dello scorso anno ai 17 attuali) nonché all'assenza di infrazioni al regolamento sulla 'movida'. Tra i dati più significativi anche il positivo apporto del «targa system» per il rilevamento elettronico di revisioni scadute e veicoli senza assicurazione. Confermando la «massima attenzione per la sicurezza», il vicesindaco Polidori ha evidenziato infine come «la notevole spinta a migliorare sempre di più viene anche dalla coscienza civica dei cittadini», ad esempio da quelle segnalazioni che ci consentono di poter monitorare in modo sempre più puntuale il territorio.