20 ottobre 2018
Aggiornato 21:00

Inaugurato a Barcola il nuovo parcheggio: 400 stalli disponibili

Un investimento di 530 mila euro che si sviluppa su una superficie di circa 10 mila metri quadrati
Inaugurato a Barcola il nuovo parcheggio: 400 stalli disponibili
Inaugurato a Barcola il nuovo parcheggio: 400 stalli disponibili (Comune di Trieste)

TRIESTE - Può essere considerato il più grande parcheggio intermodale gratuito della città, con interconnessione già avviata alla rete bus, mentre successivamente sarà operativo anche uno specifico servizio con le biciclette e un adeguato percorso pedonale.

L’INVESTIMENTO - È il nuovo parcheggio del terrapieno di Barcola, inaugurato ufficialmente nella mattinata del 5 ottobre dal sindaco Roberto Dipiazza - presenti anche assessori della giunta e consiglieri comunali, rappresentanti di istituzioni ed enti e i vertici delle Società nautiche - che ha messo in luce la validità e la funzionalità dell'intervento voluto dal Comune di Trieste. Un investimento di 530 mila euro (330 a carico dell'Amministrazione comunale e 200 dell'UTI Giuliana) che si sviluppa su una superficie di circa 10 mila metri quadrati, con oltre 400 stalli disponibili, una ventina dei quali a disposizione dei camper. «Abbiamo dimostrato un'efficienza notevole - ha detto il sindaco Dipiazza - è in un anno (dal primo incontro con il presidente del Sirena) siamo risusciti a portare a termine un intervento importante, che cambierà moltissimo la vita della città, a beneficio dei tantissimi giovani che svolgono attività sportiva con le società nautiche, ma anche a favore di quanti frequentano la riviera Barcolana e avranno  la possibilità di parcheggiare gratuitamente per poi  attraverso le vicine fermate bus (linee 6 e 36) raggiungere il centro o il lungomare».
«Questo è l'inizio del Porto Vecchio - ha spiegato il sindaco Dipiazza - da qua si va avanti, è partito il Centro Congressi il Magazzino 26, anche con una determinante delibera approvata ieri, e presto la nuova rotatoria, mentre dall'altra parte con Corso Cavour e Green Sesam arriveremo presto al centro».

ILLUMINAZIONE - Da segnalare inoltre che, su incarico del Comune di Trieste, HeraLuce ha provveduto alla realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione pubblica stradale per una potenza totale di 2,6 kW all’interno comprensorio del nuovo parcheggio Bovedo. Sono stati installati 14 sostegni in acciaio zincato e 30 corpi illuminanti di nuova generazione a tecnologia led con emissione di luce bianca calda per un maggior comfort visivo. Durante la realizzazione di tali opere, terminate in tempi record -3 settimane in tutto- è stata effettuata la predisposizione per un impianto di videosorveglianza costituito da sette telecamere. Nei prossimi mesi il nuovo impianto di illuminazione pubblica verrà configurato in modo da interfacciarsi con le nuove telecamere ed al passaggio di pedoni o di automezzi provvederà all’aumento della luminosità all’interno del parcheggio, al fine di aumentare la sicurezza e garantire al tempo stesso un adeguato risparmio energetico.

PORTIS - Sviluppato nell'ambito del progetto europeo Portis, l'intervento è stato portato a termine dalla ditta Innocente & Stipanovich, su progetto degli ingegneri Giulio Bernetti e Silvia Fonzari del Comune di Trieste, che hanno anche diretto i lavori, seguiti operativamente dal geometra comunale Edgardo Reggente. Particolare gratitudine è stata espressa per i positivi sinergici apporti offerti da Soprintendenza, Autorità Portuale, Porto Trieste Servizi, AcegasApsAmga con HeraLuce, TriesteTrasporti, Area Lavori Pubblici, Servizi Informativi, Commissione Paesaggio, Regione FVG e dalle società Innocente & Stipanovich e CP Costruzioni Srl , con quest'ultima che ha curato il ripristino della «storica» recinzione lungo viale Miramare.