14 novembre 2018
Aggiornato 07:30

Treni storici in Fvg, continuano le corse: ecco le prossime date

Il programma dei treni storici si concluderà poi con tre appuntamenti dedicati alla ferrovia Sacile-Gemona
Treni storici in Fvg, continuano le cose: ecco le prossime date
Treni storici in Fvg, continuano le cose: ecco le prossime date (Treni storici in Fvg)

TRIESTE - Dopo il grande successo dello scorso weekend quando il Friuli Venezia Giulia è stata la ‘Capitale d’Italia dei treni storici’ con ben due convogli dedicati rispettivamente alla Barcolana e alle Mele Antiche, proseguono gli appuntamenti con i treni turistici della Fondazione FS.

IL 21 OTTOBRE - Domenica 21 ottobre sarà la volta del treno - d’epoca con trazione diesel - dedicato a Pier Paolo Pasolini - ‘Viers Pordenon e il mont’ - a Casarsa sulle tracce friulane del poeta. Partenza da Trieste alle 8.20, con fermate a Monfalcone (8.49), Gorizia (9.09), Cormons (9.21), Udine (9.40) e arrivo a Casarsa alle 10.05, dove è previsto un ricco programma di visite ai luoghi pasoliniani. Informazioni: IAT Casarsa della Delizia – Tel. 0434 870593 – iatcasarsadelladelizia@gmail.com, Centro Studi Pier Paolo Pasolini – Tel. 0434 870593 – info@centrostudipierpaolopasolinicasarsa.it, Ufficio Cultura Comune di Casarsa della Delizia – Tel. 0434 87397 – biblioteca@comune.casarsadelladeliziapn.it.

IL 28 OTTOBRE - Domenica 28 ottobre sarà ancora Trieste il punto di partenza del treno a vapore, dedicato alla kermesse della Zucca di Venzone. Alle 8.30 i passeggeri saliranno a bordo di eleganti carrozze Centoporte ‘anni 30’, trainate dalla vaporiera 728.022, unico esemplare di fabbricazione austriaca in esercizio nel nostro Paese, facendo poi tappa nell’Isontino a Monfalcone (9.06), Gorizia (9.51) e Cormons (10.06), passando per Udine (10.46) e arriverà alle 11.36 a Venzone, eletto nel 2017 Borgo più bello d’Italia. I biglietti sono già disponibili in prevendita su tutti i canali Trenitalia (biglietterie, self service e sito web).

ALTRI TRENI - Il programma dei treni storici si concluderà poi con tre appuntamenti dedicati alla ferrovia Sacile-Gemona; linea inserita dalla Fondazione FS nel progetto nazionale ‘Binari senza Tempo’ e riconosciuta come ferrovia turistica dalla Legge n. 128/2017. I tre appuntamenti saranno rispettivamente dedicati al treno a vapore della Grande Guerra da Udine a Pinzano al Tagliamento (4 novembre), al treno degli Alpini da Sacile a Gemona (11 novembre) e al treno a vapore dei Mercatini di Natale da Gemona a Sacile (8 dicembre). Proprio quest'ultimo chiuderà il programma 2018, che prevede ben 20 treni storici, realizzati grazie al supporto della Regione Friuli Venezia Giulia.

UN SUCCESSO - Ben 16 di questi treni sono stati dedicati alla ferrovia turistica Pedemontana del Friuli, la quale in pochi mesi, ha saputo mettersi in luce a livello nazionale per la varietà e qualità delle offerte proposte che spesso hanno fatto registrare il sold out nelle presenze. Un vero successo, merito di un ‘prodotto’ accattivante che piace alla gente e frutto di un gran lavoro del territorio che si è mobilitato per connettere ai treni e presentare un’offerta turistica di qualità, mettendo in vetrina le sue bellezze ed eccellenze. Il progetto dei treni turistici è coordinato dalla Direzione Centrale Infrastrutture della Regione Fvg unitamente ad un Team di Amministratori del Territorio e a varie Associazioni locali.

STAZIONE-MUSEO - Va anche ricordato che tra i progetti di Fonfazione FS vi è anche il restauro del Museo ubicato nella Stazione di Trieste Campo Marzio, capolinea meridionale della Ferrovia Transalpina, che è destinato peraltro a diventare la prima ‘stazione-museo’ in Italia ovvero un grande ‘hub’ ferroviario per viaggiatori provenienti dall’Europa Centrale (in primis da Slovenia e Austria), oltre che dalla stessa Italia. I turisti potranno così visitare una moderna struttura museale, che conserva una collezione di cimeli e rotabili ferroviari unica nel suo genere, ed avvalersi nel contempo di tutta una serie di qualificati servizi ricettivi (alberghieri, di ristoro ecc.). L’Associazione Museo-Stazione di Trieste Campo Marzio, convenzionata con Fondazione FS anche in vista della valorizzazione del Museo Ferrovoario di Campo Maezio, fornisce già oggi a bordo dei treni storici in partenza o arrivo a Trieste informazioni e approfondimenti di storia, tecnica e cultura ferroviari.