14 novembre 2018
Aggiornato 08:00

Dall'Università di Udine un riconoscimento al principe Alberto II di Monaco

Per l’impegno nella sensibilizzazione alla protezione ambientale e nella promozione dello sviluppo sostenibile
Dall'Università di Udine un riconoscimento al principe Alberto II di Monaco
Dall'Università di Udine un riconoscimento al principe Alberto II di Monaco (Diario)

GORIZIA – «Per aver profuso, seguendo l’opera illuminata dei suoi avi, un costante impegno nell’educazione al rispetto dell’ambiente, alla responsabilità sociale e alla sensibilizzazione ai temi della sostenibilità, impegno che si traduce in preziosa dedizione del Sovrano a titolo personale o tramite la sua Fondazione a sostegno dei programmi di cooperazione nell’ambito dello sviluppo sostenibile, supportando numerosi programmi a favore della comunità globale». Con questa motivazione l’Università di Udine, in occasione delle celebrazioni per il ventennale (25 e 26 ottobre) dell’istituzione del corso di laurea con sede a Gorizia in Relazioni pubbliche, conferirà a sua altezza serenissima Principe Alberto II di Monaco una targa a riconoscimento dell’impegno e della responsabilità sociale che da oltre un decennio, attraverso la Fondazione Principe Alberto II, personalmente promuove, a favore della salvaguardia della biodiversità e dell’importanza di azioni sostenibili per il futuro.

«Attraverso la Fondazione da lui creata – ricorda Nicoletta Vasta, delegata del rettore alla direzione del Centro Polifunzionale di Gorizia – il principe Alberto II di Monaco prosegue il suo impegno personale nella tradizione, erede del suo trisavolo Alberto I, che fu pioniere dell’esplorazione a favore della protezione del nostro pianeta». Attiva da dodici anni, la Fondazione Principe Alberto II è dedicata alla protezione dell'ambiente e alla promozione dello sviluppo sostenibile su scala globale. La Fondazione sostiene iniziative di organizzazioni pubbliche e private, nei settori della ricerca e dello studio, dell'innovazione tecnologica e delle pratiche socialmente consapevoli. Per lo più attraverso donazioni private, la Fondazione ha sostenuto centinaia di progetti, rigorosamente selezionati ogni anno da una commissione di esperti provenienti da tutto il mondo, e con caratteristiche che li rendono esemplari e replicabili e declinabili anche in altri ambiti.

Il riconoscimento verrà ritirato da sua eccellenza Robert Fillon, ambasciatore del Principato di Monaco in Italia, il 25 ottobre nella sede del Kulturni Dom a Gorizia, nella giornata di apertura del convegno per il vent’anni del corso di laurea in Relazioni pubbliche.