15 novembre 2018
Aggiornato 03:00

Consulenza e orientamento alle pratiche del Caf alla sede dell'Assessorato alle Politiche Sociali

╚ aperto dal lunedý al giovedý, dalle 9 alle 12
Consulenza e orientamento alle pratiche del Caf alla sede dell'Assessorato alle Politiche Sociali
Consulenza e orientamento alle pratiche del Caf alla sede dell'Assessorato alle Politiche Sociali (Comune di Trieste)

TRIESTE - Dal 15 ottobre scorso, al pianoterra della sede dell'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune, in via Mazzini 25, è attivo e aperto dal lunedì al giovedì, dalle 9 alle 12, e sta già funzionando a pieno ritmo, uno sportello informativo che offre ai cittadini un servizio di consulenza e orientamento alle pratiche del Caf e a tutti gli adempimenti necessari per l'accesso ai benefici sociali. L'iniziativa è stata presentata dall'assessore alle politiche sociali Carlo Grilli, assieme al direttore del servizio sociale Ambra De Candido con la responsabile di p.o. Nicoletta Flora e rappresentanti dei Caf, in relazione ai procedimenti di competenza del Comune (come Rei, Mia, Fap). "È un servizio sperimentale che l'Amministrazione comunale ha voluto promuovere per andare incontro al cittadino ed evitargli di fare mille strade e perdere tempo, che fornisce consulenza e sostegno di carattere amministrativo/burocratico ai tanti cittadini che si trovano ad affrontare comprensibili difficoltà nella presentazione dei documenti necessari per fare domanda di prestazioni sociali. Segna l'inizio di un percorso in collaborazione con i Caf del territorio per dare informazioni omogenee e corrette, evitando così eventuali errori di compilazione e fraintendimenti – ha sottolineato l'assessore Grilli – facilitando e velocizzando procedimenti perlopiù complessi e chiarire le situazioni individuali. Il nuovo sportello – ha aggiunto - in poco più di una settimana di sperimentazione, ha già registrato circa 50 accessi, a dimostrazione evidente che l'utenza ha apprezzato l'iniziativa del Servizio Sociale del Comune di Trieste il quale ha iniziato una collaborazione interistituzionale per offrire un nuovo servizio che possa agevolare i cittadini. E anche un'importante occasione per dialogare fra operatori sociali delle istituzioni e quelli dei Caf. L'intenzione, visti i positivi riscontri ottenuti da parte degli utenti, è di continuare e di riproporlo ancora".

9 CAF - Alla sperimentazione hanno aderito 9 Caf (centri di assistenza fiscale) del territorio: Acli, Anmil, Cgil, Cisl, Cna, Studio Cogliandro Tfc, Mcl, Ugl, Uil. Un operatore Caf è disponibile al nuovo sportello per fornire consulenza in particolare su: 1) Sgate (Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche): quali sono i documenti necessari, dove fare la domanda, i requisiti a livello generale; informazioni specifiche sull'Isee (ma non la compilazione dell'Isee); stipula del contratto per badanti per l'accesso ai contributi FAP, a favore di persone non autosufficienti (no colf). Altre funzioni del servizio sono: l'indicazione all'utenza dei patronati liberi per un appuntamento Isee urgente (il primo disponibile tra i 9 aderenti); la condivisione di informazioni specifiche (tipo quelle relative ai requisiti prescritti), fra gli uffici del servizio sociale comunale e quelli dei Caf, in relazione ai procedimenti di competenza del Comune (come Rei, Mia, Fap); la possibilità per l'utente di acquisire informazioni dettagliate nel caso in cui sia stato invitato a rifare l'Isee (ad esempio per presentare domanda Rei), al fine di individuare gli errori fatti nella compilazione, o l'integrazione documentale necessaria. Questi gli argomenti più ‘gettonati’: come compilare un Isee corretto in base alla molteplicità di variabili personali, in funzione dei vari bonus o contributi o altri trattamenti assistenziali; la programmazione di appuntamenti per richiedere l'Isee, riservati agli utenti provenienti dallo sportello stesso; informazioni di dettaglio sullo Sgate e sui contributi Fap.