12 dicembre 2018
Aggiornato 15:00

Ferriera: la Via per la copertura dei parchi sarà di competenza della Regione Fvg

A renderlo noto è l'assessore regionale all'Ambiente e Energia, Fabio Scoccimarro, che parla di "alleggerimento burocratico"
Ferriera: la Via per la copertura dei parchi sarà di competenza della Regione Fvg
Ferriera: la Via per la copertura dei parchi sarà di competenza della Regione Fvg (Diario)

TRIESTE - La Direzione generale per la salvaguardia del territorio e delle acque del Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare ha decretato che sarà la Regione Fvg a rilasciare la Valutazione di impatto ambientale (Via) sul progetto del parco fossili e del parco minerali dello stabilimento siderurgico di Servola. A renderlo noto è l'assessore regionale all'Ambiente e Energia, Fabio Scoccimarro, che ricorda come «nella conferenza dei servizi del 17 luglio era stato chiesto un parere sulla competenza in materia di Via sul progetto, viste le dimensioni delle coperture presentate dalla società».

"Se la competenza fosse stata del Ministero i tempi dell'approvazione definitiva si sarebbero potuti dilatare notevolmente: basti pensare che, senza voler puntare il dito contro alcuno, dalla conferenza del 17 luglio - fa notare Scoccimarro - il verbale è stato definitivamente approvato dopo quasi 60 giorni. Oggi invece - spiega - il Ministero ha stabilito che il progetto non rientri nella categoria 'Stoccaggio', bensì in quella 'Lavorazione dei metalli e dei prodotti minerali"; infatti nella nota viene specificato che 'la valutazione degli effetti ambientali sia effettuata nel suo complesso, ivi incluse le opere connesse quando queste rappresentano una parte integrante dell'opera principale'".

«Questa novità rappresenta dunque un 'alleggerimento' burocratico - conclude Scoccimarro -. Quindi, nell'interesse di tutti, si ridurranno le tempistiche che portano all'attuazione dell'accordo di programma in merito alla realizzazione delle coperture dei parchi minerali e fossili che risolveranno una volta per tutte gli episodi degli spolveramenti e contribuiranno al sistema di trattamento delle acque».