24 maggio 2019
Aggiornato 17:30
Trieste

Donazioni di sangue: + 1,9% nell'area giuliano-isontina

L'assessore Roberti ha ringraziato l'associazione per l'attività svolta soprattutto nei confronti dei giovani
Donazioni di sangue: + 1,9% nell'area giuliano-isontina
Donazioni di sangue: + 1,9% nell'area giuliano-isontina

TRIESTE - «Esprimo a tutti gli associati, a nome dell'amministrazione regionale e del governatore Massimiliano Fedriga, un sentimento di sincera e autentica gratitudine per il dono che fate a tutte quelle persone che per motivi di salute si trovano in una condizione di necessità e di debolezza. Donare sangue, infatti, è regalare vita agli altri». Lo ha detto a Trieste l'assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, nel corso della Giornata provinciale del donatore di sangue, organizzata dall'Associazione donatori di sangue del capoluogo giuliano.

L'assessore ha sottolineato il merito e la capacità dell'Associazione di realizzare eventi dedicati alla sensibilizzazione sull'importanza della donazione coinvolgendo la popolazione cittadina. Tra questi la Caccia al tesoro che, come ha ricordato lo stesso Roberti, ha visto la partecipazione lo scorso maggio a Trieste di oltre quattrocento giovanissimi e delle loro famiglie, con la finalità di rafforzare e diffondere il senso di solidarietà dei donatori. Particolarmente toccante l'esperienza raccontata dalla madre di una bambina colpita da una grave malattia, la quale è riuscita a curarsi grazie alle trasfusioni di sangue. «L'aver contribuito ad aiutare questa bambina - ha detto Roberti - è la medaglia più preziosa che possiate ricevere».

Roberti, complimentandosi per i risultati conseguiti nel corso di questi primi dieci mesi dell'anno dall'Associazione (incremento dell'1,9% di raccolta e trasfusioni di sangue intero, plasma e piastrine nell'area giuliano-isontina), ha rimarcato l'auspicio che sempre più persone diventino donatori, «affinché le scorte di sangue siano costantemente sufficienti a superare anche i momenti di emergenza». L'Associazione donatori sangue di Trieste, come è stato ricordato dal suo presidente Ennio Furlani, si è costituita formalmente nel gennaio del 1964 arrivando oggi al traguardo degli oltre 20 mila iscritti.