23 aprile 2019
Aggiornato 16:00
La decisione della giunta

Turismo: 250 mila euro per lo smaltimento del materiale spiaggiato

L'annuncio è dell'assessore Bini che assicura i fondi per Grado, Lignano Sabbiadoro, Monfalcone, Staranzano e Trieste
Turismo: 250 mila euro per lo smaltimento del materiale spiaggiato
Turismo: 250 mila euro per lo smaltimento del materiale spiaggiato

TRIESTE - Tutti e cinque i comuni costieri del Friuli Venezia Giulia che ne hanno fatto richiesta (Grado, Lignano Sabbiadoro, Monfalcone, Staranzano e Trieste) riceveranno, in base alla legge regionale numero 4 del 1999, contributi straordinari pari a un ammontare complessivo di 250 mila euro per l'abbattimento del costo legato alla raccolta, al trasporto e allo smaltimento in discarica del materiale spiaggiato. Lo ha deliberato la Giunta regionale su proposta dell'assessore alle Attività produttive Sergio Emidio Bini.

Nel dettaglio, utilizzando gli stessi criteri già adottati nella precedente annualità (costo medio attività raccolta-trasporto-smaltimento e metri lineari di demanio marittimo turistico), il riparto, che può coprire fino al 70% delle spese preventivate, prevede per il 2018 le seguenti assegnazioni: 123.466,13 euro al Comune di Grado; 13.016,54 euro al Comune di Lignano Sabbiadoro; 44.592,36 euro al Comune di Monfalcone; 36.523,26 euro al Comune di Staranzano; 32.401,71 euro al Comune di Trieste.

La quantità del materiale spiaggiato quest'anno è stata stimata, complessivamente, in 4.855 tonnellate lungo 16.238 metri lineari di demanio comunale marittimo. Il costo medio su base regionale per metro lineare ammonta a 36,25 euro, per un totale globale di spese di raccolta, trasporto e smaltimento (Iva inclusa) di materiali pari a 588.665,89 euro.